Sulla F1-75 dello spagnolo è stato riscontrato un problema all’impianto di alimentazione, mentre l’inglese ha danneggiato la MCL36 nelle FP2.

Il weekend del GP di Spagna, sesto appuntamento della stagione 2022 di F1, è partito con il piede giusto per la Ferrari. Gli upgrade introdotti a Barcellona dalla Scuderia di Maranello sembrano aver funzionato correttamente, e Charles Leclerc ha conquistato il miglior tempo in entrambe le sessioni del venerdì. Bene ha fatto anche il padrone di casa Carlos Sainz, che ha chiuso al secondo posto nelle FP1 e al quarto nelle FP2. Ciononostante, la Rossa ha lasciato un po’ a desiderare per quanto riguarda i long run, durante i quali sembrava divorare, probabilmente per una questione di assetto, gli pneumatici Pirelli.

Ferrari barcellona

Nella serata di ieri, il team italiano ha inoltre individuato un problema sulla F1-75 di Sainz, che quest’oggi scenderà in pista con un nuovo telaio a causa di un problema all’impianto di alimentazione. La sostituzione ha obbligato la Ferrari a rompere il coprifuoco, ma per lo spagnolo non ci saranno comunque penalità. La stessa operazione, ma a causa di un problema differente, è andata in scena anche sulla vettura di Lando Norris: la sua MCL36 aveva infatti subito dei danni al telaio dopo un pesante passaggio sul cordolo di Curva 9, che aveva danneggiato anche il fondo della vettura dell’inglese e lo aveva obbligato a restare fermo ai box per gran parte delle FP2.

Oltre a Ferrari e McLaren, la FIA ha segnalato che anche la Williams ha rotto il coprifuoco tra ieri sera e questa mattina. Per ciascuno dei team si tratta della prima delle due infrazioni concesse dal regolamento.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: