F1 | Sakhir, libere 3: Ferrari in fuga con Leclerc davanti a Vettel

Le rosse mantengono il dominio ma i tempi sono più alti di ieri. Hamilton e Bottas a 7 decimi

La Ferrari ha dettato legge anche nella terza sessione di prove libere, nella quale Charles Leclerc si è preso il gusto di stare davanti al “capitano” Sebastian Vettel. Il monegasco ha condotto la sua SF90 #16 davanti a tutti, con la miglior prestazione staccata in 1’29’’569 calzando le gomme Soft. Poco dietro il quattro volte campione del mondo, attardato dal compagno di squadra per 169 millesimi. Le rosse hanno disputato una prima parte del turno con gomme usate, per poi serrare le fila montando un treno nuovo. I tempi sono più alti di ieri visto che le temperature sono elevate essendo giorno, ma in qualifica si potrebbe sbriciolare il record dell’anno passato.

Si conferma in leggera difficoltà la Mercedes. Le W10 sono al terzo e quarto posto, con Lewis Hamilton che ha preceduto di un soffio il leader del mondiale Valtteri Bottas. Il ritardo dei due dal battistrada si aggira attorno ai 7 decimi, una situazione che sembra esattamente l’opposto di quanto andato in scena in Australia. Le frecce d’argento hanno faticato nella percorrenza delle curve, con delle vistose scodate che causano la perdita di tempo prezioso. La sensazione è che la Mercedes sarà della partita in qualifica, con il bottoncino magico che ancora non è stato sfruttato per niente. Sorpendono gli outsider, con Romain Grosjean quinto sulla sua Haas a mezzo secondo da Hamilton. Dietro di lui la Renault di Hulkenberg e la McLaren di un fantastico Norris, pilota che sta facendo benissimo al suo approccio con il circus. Da rivedere la Red Bull targata Honda, ottava con Verstappen e dodicesima con Gasly, che ha rimediato distacchi abissali dalle Ferrari. La top ten la completano Sainz e Kvyat con la Toro Rosso-Honda.

Undicesimo tempo per la prima delle Alfa Romeo Racing con Kimi Raikkonen. Continua a soffrire pesantemente il confronto Antonio Giovinazzi, soltanto diciottesimo con 8 decimi di ritardo da Iceman. Male anche le Racing Point, con Stroll e Perez al quattordicesimo e quindicesimo posto dietro a Magnussen. A seguire un Daniel Ricciardo in netta difficoltà, al momento demolito nel confronto con Hulkenberg. Dietro di lui Albon, mentre chiudono le solite Williams con Russell e Kubica.

Alle ore 16 la qualifica.