Intervistato dalla stampa spagnola durante i test, Carlos Sainz ha giudicato positivamente la sua prima esperienza ufficiale alla guida della Ferrari.

A soli dieci giorni dal primo Gran Premio della stagione 2021 di F1, l’attesa per scoprire i veri valori in campo dopo la pausa invernale cresce di momento in momento. Il campionato che si appresta a cominciare sarà caratterizzato da numerosissimi cambi di casacca in alcuni dei team più importanti della griglia, tra cui anche la Ferrari. La Scuderia di Maranello ha accolto a braccia aperte Carlos Sainz, che sembra essersi ambientato in maniera assai rapida all’interno del team in rosso. Per questo motivo, in Bahrein molta curiosità sarà riservata alle prestazioni del madrileno, chiamato a spingere al limite un fuoriclasse come Charles Leclerc. Sainz, pur ammettendo che potrebbe impiegare più di una gara per raggiungere il limite della vettura, si è comunque dimostrato soddisfatto dalle sensazioni provate durante i test.

“Non so quando mi sentirò al 100% a mio agio con la macchina…” – ha detto il nuovo pilota della Ferrari in un’intervista con la stampa spagnola – “…ma credo che bisognerà aspettare qualche gara, perché bisogna vivere situazioni differenti e lavorare duramente. I comportamenti della vettura sono più o meno quelli che ci aspettavamo. Siamo contenti di ciò che stiamo osservando e relativamente soddisfatti della correlazione tra pista e simulazioni. Adesso ci manca vedere quali sono le prestazioni degli altri. […] Non ho alcun metro di paragone perché non conosco la vettura dello scorso anno, perciò non saprei dire quanto sia migliorata. Teoricamente, le macchine di quest’anno dovrebbero essere più lente e con caratteristiche diverse, perciò il fatto che Charles non ne parli male è già qualcosa di positivo”.

Sainz ha inoltre parlato del grande difetto che ha caratterizzato la Ferrari dello scorso anno, affermando che: “E’ presto per trarre conclusioni, ma posso assicurare che la potenza del motore è aumentata, come vediamo dalle misurazioni. Questa è una buona notizia, ma mi preoccupa il fatto che, e ne sono abbastanza sicuro, anche gli altri, come Honda e Mercedes, abbiano guadagnato potenza. […] Una volta rimosse tutte le variabili presenti nei test, come l’utilizzo del DRS e il carico di benzina, sapremo meglio dove siamo in termini di velocità di punta. Non voglio mentirvi, non credo che saremo i più veloci in rettilineo, però non bisogna dimenticare che lo scorso anno eravamo molto indietro e per lo meno è necessario fare un passo avanti”.

Sulle prestazioni degli altri team il madrileno non si è giustamente sbilanciato, sostenendo che bisogna aspettare prima di poter dare verdetti realistici: “La Red Bull pare eccellente e sono sicuro che la McLaren sarà davanti, perché la macchina sarà dotata di un motore più piccolo che permette di migliorare sia l’aerodinamica che la potenza. Quindi, loro faranno sicuramente un balzo in avanti. Anche la Alpine non sembra male, quindi adesso bisogna solo aspettare per vedere cosa sarà in grado di fare la Ferrari. Ma si dovrà comunque attendere un po’ fino alla prima gara. Personalmente, non credo a niente di quello che Mercedes o gli altri team hanno mostrato, è ancora troppo presto”.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: