Carlos Sainz nonostante sia consapevole che nelle prime gare potrebbe finire dietro a Leclerc visto che ha potuto provare la SF21 soltanto per un giorno e mezzo, è molto emozionato per la sua prima gara con la Ferrari.

In conferenza stampa Sainz ha parlato del suo esordio in Ferrari e delle emozioni che ha vissuto fin dai primi giorni visitando Maranello e durante il test con la SF71H a Fiorano, e delle differenze che ci sono fra la Rossa e la Mclaren.

Sainz

Lo spagnolo, è tornato a criticare la decisione della Fia di ridurre i test invernali. “Probabilmente non sono pronto come Charles, essendo nuovo nel team. Ma per le opportunità che abbiamo avuto penso di aver fatto un buon lavoro nell’inverno per arrivare qui il più preparato possibile. Ho lavorato tanto al simulatore e i test invernali sono filati lisci. Avrei voluto che fossero più lunghi, per poter percorrere più chilometri. Ma considerando tutti questi aspetti sono pronto per provarci”.

Sainz ha confermato ancora una volta, che non è pentito per aver scelto un anno fa di diventare un pilota della Scuderia di Maranello. “La Ferrari è diversa dalle altre squadre. Fin da quando sono arrivato a gennaio  in fabbrica, nei test, con i tifosi è stato qualcosa di molto speciale. Voglio sfruttare al massimo quest’opportunità, godermi questo percorso. Mi rendo conto che ogni gara in Ferrari devo viverla al massimo. Voglio lavorare sodo, applicando il mio metodo di lavoro e arrivando al top il prima possibile”.

Infine Sainz ha spiegato che deve ancora trovare il feeling con la SF21. “Ancora non so quale sia il limite, ho commesso alcuni errori nei test, ma è stato perché ho cercato di trovare il limite della macchina. La Ferrari è molto diversa dalla McLaren dell’anno scorso. Mi stupisce che le F1 abbiano tempi sul giro così simili, dando sensazioni di guida così differenti. Ogni vettura ha punti di forza e punti deboli. Devi capire come sfruttare al massimo ogni aspetto”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: