Carlos Sainz, secondo pilota della Ferrari, è reduce da 3 gran premi in cui la sua Ferrari è andata a muro: a Budapest, Zandvoort e Monza la scorsa domenica nelle FP2 del sabato. In quel frangente il pilota spagnolo ha perso il controllo della sua monoposto alla variante Ascari andando ad impattare violentemente contro le barriere. Dopo la fine del gran premio d’Italia ha ammesso di aver bisogno di ritrovare maggiore fiducia nella vettura, pur non sapendo cosa abbia causato l’incidente.

“Ovviamente è un incidente che avrei dovuto evitare ma per il quale non ho ancora una spiegazione. La vettura è stato sempre molto neutrale alla Ascari per l’intero weekend ed ho sofferto molto con il bilanciamento in quel punto”.

“Credo di essere ancora in una fase di apprendimento della monoposto. La Ferrari sembra essere piuttosto neutra a metà curva e devo prestare molta attenzione quando accelero”.

Allo spagnolo è stato chiesto se ci fosse un collegamento tra i tre incidenti: “Credo che si tratti di tre distinti incidenti dovuti a tre cause differenti. A Zandvoort è stato un mio errore. Sono andato leggermente fuori traiettoria ed ho perso il controllo della monoposto, mentre a Budapest ho sperimentato la più importante folata di vento improvvisa della mia carriera”.

Nonostante queste imprecisioni, la Ferrari vuole puntare ancora su di lui, capace di posizionari in settima posizione nella classifica del mondiale a soli 6,5 punti da Leclerc. Inoltre nel corso della prima parte stagione ha anche ottenuto due podi. Il team principal Mattia Binotto ha però voluto chiarire che questi errori non dovranno essere più commessi nella seconda parte. Sainz ha saputo rispondere con chiarezza ai richiami del team.

“Non accadrà di nuovo. Sono consapevole che non sono situazioni ideali perché ultimamente sono costati ai meccanici ed alla squadra qualche riparazione di troppo, ma sono certo che queste situazioni non si ripeteranno”.

“Alla fine è un qualcosa che utilizzerò per imparare, ma ho bisogno di cercare di capire perché sia capitato quell’incidente”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: