Nella riunione della F1 Commission si oggi è stata approvata anche una revisione al sistema di assegnazione dei punti nella Sprint Race.

La giornata di oggi è stata estremamente importante per quanto riguarda la prossima stagione di F1. Oltre alla presentazione della AlphaTauri AT03, infatti, era in programma un’importante riunione della F1 Commission incentrata su argomenti di primaria importanza, tra cui l’indagine condotta dalla FIA sui fatti accaduti negli ultimi giri del GP di Abu Dhabi. Mentre le decisioni che riguardano l’indagine della Federazione saranno comunicate nei prossimi giorni, la F1 ci ha tenuto a comunicare che durante la riunione è stato confermato il mantenimento anche per il 2022 di tre Sprint Race. Una notizia tutt’altro che scontata, dato che negli ultimi giorni si era ipotizzata la cancellazione del format a causa dell’opposizione da parte dei top team, i quali richiedevano un incremento del budget cap per dare il via libera alla mini-gara del sabato. Si tratta comunque di una piccola sconfitta per i vertici della F1, i quali a fine 2021 avevano annunciato che ci sarebbero state sei Sprint Race nel 2022.

Max Verstappen

Contemporaneamente, la F1 ha comunicato anche quali circuiti ospiteranno il tanto criticato format: si tratta di Imola (quarto evento della stagione), Spielberg (undicesimo appuntamento) e Interlagos (penultima gara). Sui primi due si correrà al sabato per la prima volta in assoluto, mentre il tracciato brasiliano è stato confermato dopo che nel 2021 ha dato vita ad una bella mini-gara, nella quale Lewis Hamilton ha recuperato quindici posizioni in appena ventiquattro giri. Data la difficoltà di sorpassare ad Imola, la scelta del GP dell’Emilia Romagna come sede di una gara Sprint lascia un po’ perplessi, anche se le nuove vetture potrebbero facilitare i duelli e le manovre.

Nel 2022 cambierà inoltre la denominazione dell’evento: da “Sprint Qualifying” si passerà a “F1 Sprint“. Per quanto riguarda il lato statistico, la F1 ha deciso di assegnare la Pole Position al pilota più veloce al venerdì, giorno in cui si tiene la consueta Qualifica ad eliminazione. La modifica più importante riguarda tuttavia il sistema di assegnazione dei punti, nel 2021 attribuiti solo ai primi tre, al termine della Sprint Race: i primi otto smuoveranno la classifica, con il vincitore che otterrà otto punti, il secondo sette e via discorrendo. Una decisione giusta ed intelligente per aumentare la posta in palio al sabato e, quindi, spingere i piloti a rischiare maggiormente.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: