Hamilton e Russell hanno definito incoraggianti e sorprendenti le performance della Mercedes W15 nelle FP1 e FP2 del GP del Bahrein.

La stagione 2024 di F1 si è aperta con una Mercedes in grande spolvero nelle prime due sessioni di prove libere del GP del Bahrein. La scuderia di Brackley ha chiuso le FP2 con il primo e il secondo tempo rispettivamente per Lewis Hamilton (1:30.374) e George Russell, che ha chiuso a poco più di due decimi dal compagno di squadra. Se la W15 è sembrata molto competitiva sul giro secco, dove durante i test aveva mostrato qualche piccola difficoltà, in termini di passo gara il distacco da Max Verstappen sembra assestarsi tra i tre e i quattro decimi in favore dell’olandese, che rimane il grande favorito per la vittoria. Anche per questo, nonostante la soddisfazione espressa dai piloti e da Andrew Shovlin, in Mercedes non si stappa lo champagne, ben consapevoli che sabato ci sarà da lottare con Pérez, le Ferrari, le McLaren e Alonso per il podio.

“In FP1 c’era molto vento…” – ha affermato Hamilton – “…e le condizioni della pista erano molto diverse da quelle che abbiamo trovato nei test. Non sapevamo bene dove ci saremmo andati a posizionare, ma le FP2 sono state positive. La monoposto ha dato buone sensazioni, però non possiamo lasciarci trasportare: sappiamo che c’è ancora del potenziale, e il nostro passo gara non è stato al livello di quello delle Red Bull. In generale, sono molto più contento della macchina quest’anno. Siamo migliorati molto rispetto alla scorsa stagione e questa dà la sensazione di essere una vettura come si deve. E’ un’ottima base di partenza, ma ora dobbiamo restare concentrati e continuare la rincorsa.”

Queste invece le parole di Russell: “Non ci montiamo la testa dopo una giornata di prove libere. Sul giro secco siamo andati bene: abbiamo fatto delle modifiche dopo i test e i miglioramenti hanno superato le nostre aspettative. Alla fine, però, è il passo gara che conta. Verstappen sembra essere tranquillamente il più veloce, mentre le Ferrari, le McLaren e le Aston Martin sono molto vicine. La lotta, quindi, sarà serrata. Comunque, siamo contenti della giornata e la macchina si comporta bene. Ora ci riuniremo e vedremo da dove scaturiscono di preciso tutti quei miglioramenti, cercando di continuare questo trend. Sabato sera vogliamo lottare per un ottimo posizionamento.”

“Dopo i test il giro secco ci preoccupava più di ogni altra cosa.” – ha infine dichiarato Shovlin, responsabile degli ingegneri di Mercedes – “Prima di tornare in Bahrein, entrambi i piloti hanno girato al simulatore e, dopo aver visto le macchine in pista oggi, sembra che siamo migliorati. Non vogliamo lasciarci prendere dall’euforia, dato che molte vetture possono guadagnare tempo sul giro da qui a domani grazie a diverse modalità di utilizzo della Power Unit o carichi inferiori di benzina. E’ comunque incoraggiante che la situazione sia migliorata dalla settimana scorsa. Dai dati sulla simulazione di gara, sembra che il gruppo sia compatto ad esclusione di Verstappen, che come abbiamo già notato nei test è tranquillamente davanti a tutti. Dietro di lui, però, la battaglia per il podio sarà ravvicinata. Sappiamo di dover sistemare il bilanciamento e che siamo ancora agli inizi con la W15, ma giro dopo giro stiamo cominciando a capire cosa serve per estrarne il potenziale.”

Foto: Mercedes Media Centre

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto