F1 NewsFormula 1Notizie F1

F1 – Mekies: “In gara siamo ancora indietro rispetto a Verstappen”

Raggiunto dai microfoni di F1TV, Laurent Mekies ha riconosciuto la superiorità della RB18 nel GP degli Stati Uniti.

Lo spettacolare GP degli Stati Uniti andato in scena ieri ad Austin ha prolungato l’astinenza della Ferrari, che manca dal gradino più alto del podio da otto gare di fila, ma rappresenta sicuramente un passo in avanti rispetto alle prestazioni incolore delle settimane precedenti. Se da un lato Carlos Sainz si è dovuto ritirare dopo un contatto alla prima curva con George Russell, dall’altro Charles Leclerc ha rimontato dalla dodicesima alla terza posizione, contendendo anche il secondo posto a Max Verstappen per qualche giro. La F1-75 del monegasco ha mostrato un passo molto regolare e promettente nelle prime fasi di gara, per poi tornare a soffrire l’eccessivo degrado delle gomme nello stint finale e perdere contatto dal campione del mondo e da Lewis Hamilton. Al termine della gara, Laurent Mekies ha tracciato il bilancio di un weekend dagli esiti contrastanti per i due piloti della Rossa

“Oggi torniamo a casa con emozioni contrapposte.” – ha esordito il Racing Director della Ferrari, raggiunto da F1TV “E’ stato un po’ scioccante perdere Carlos dalla gara in quel modo dopo poche centinaia di metri. E’ abbastanza raro che ciò accada al giorno d’oggi, ma è parte del gioco. Sicuramente è un gran peccato, perché aveva una gran bella opportunità e credo che il nostro passo fosse piuttosto simile a quello di Red Bull e Mercedes. Sarebbe stato bello poter lottare anche con Carlos. Dall’altro lato, Charles è partito dal dodicesimo posto e in certi frangenti ha addirittura lottato per la seconda posizione. Ha completato una rimonta fantastica, quindi complimenti a lui e al team. Nella bellissima lotta con Max ha dato tutto, ma in gara penso che siamo ancora indietro rispetto a lui. Sicuramente però ci ha provato”.

Leclerc Ferrari F1

Mekies ha poi parlato della superiorità della Red Bull ad Austin, in cui la RB18 si è dimostrata ancora una volta imprendibile sui rettilinei: “Non è la prima gara in cui la Red Bull è superiore a tutti gli altri in termini di velocità di punta. Sono riusciti a far propria questa caratteristica e quando si trovano a lottare corpo a corpo come oggi essa rappresenta un vantaggio. Noi cerchiamo sempre di trovare il giusto equilibrio tra il tempo sul giro e la velocità di punta, ma il punto è che oggi la Red Bull aveva, come per la maggior parte delle domeniche quest’anno, un ritmo migliore. In più, hanno una grande capacità di difendersi ed attaccare grazie alla loro ottima top speed. […] Oggi hanno fatto un perfetto tributo a Dietrich Mateschitz. Il suo contributo a questo sport è stato immenso, lo ricorderemo tutti”.

“Ho parlato con Carlos…” – ha concluso l’ingegnere francese – “…e ovviamente è frustrato e deluso. Ieri ha fatto un lavoro fantastico conquistando quella Pole Position e regalando al team una doppietta in Qualifica. Ovviamente non volevamo che finisse così, ma lui è un racer come noi, quindi sarà ancora più motivato per il Messico“.

Gianmaria Lera

F1 writer for Newsf1.it | FIA accredited | 📍Lucca

Lascia un commento