Red Bull – Sabato è arrivata l’ufficialità della notizia che purtroppo Dietrich Mateschitz, fondatore della storica bevanda energetica, ci ha lasciati spegnendosi all’età di 78 anni, l’imprenditore ha creato una cosa unica nel suo genere sapendosi imporre anche e soprattutto negli sport, sponsorizzando ogni tipo di evento e arrivando a toccare risultati che nessuno era riuscito ad ottenere, ancora oggi Red Bull rimane leader in molti settori e porta a termine eventi ed esperimenti che sono unici a livello mondiale.

La Formula 1 ha cosí pianto il fondatore di fatto di una delle scuderie che sta tenendo banco in questi ultimi anni, dalla lotta con Mercedes fino al dominio del 2022, proprio ieri sul tracciato di Austin Christian Horner ha voluto omaggiare la grande figura di Mateschitz:

“Quello che ha ottenuto e quello che ha fatto per così tante persone in tutto il mondo, in diversi sport, non è secondo a nessuno. Molti di noi devono essergli così grati per le opportunità che ha fornito, la visione che aveva, la forza del carattere e per non aver mai avuto paura di seguire e inseguire i propri sogni. Questo è quello che ha fatto qui in Formula 1, dimostrando che puoi fare la differenza… così tanti piloti, così tanti membri del team, così tante persone in questa pitlane gli devono così tanto”

Anche Stefano Domenicali, amministratore delegato della Formula 1, si è unito al cordoglio:

“Sono profondamente rattristato dalla notizia della morte di Dietrich Mateschitz, un membro molto rispettato e molto amato della famiglia di Formula 1. Era un incredibile imprenditore visionario e un uomo che ha contribuito a trasformare il nostro sport e ha creato il marchio Red Bull conosciuto in tutto il mondo”

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: