Tutti i team hanno sperimentato l’effetto delle nuove auto sul rettilineo principale della pista spagnola in misura maggiore o minore e molta attenzione si è concentrata su Leclerc dopo che un videoclip pubblicato dalla F1 ha catturato la sua Ferrari F1-75 che soffriva di livelli estremi di focene.

A Barcellona i team sono stati in grado di farlo con regolazioni dell’altezza da terra e dell’aerodinamica, ma si prevede che quest’anno sarà una caratteristica regolare, almeno nelle prime gare, mentre gli ingegneri impareranno a controllarlo.

“Sembra una turbolenza su un aereo, su e giù per l’intero rettilineo”, ha detto Leclerc.

“Penso che uno dei video postati dalla F1 mostri abbastanza bene questo fenomeno e non posso dire che sia piacevole. Ti fa un po’ male, ma va bene.

“Sono ancora i primi giorni per questo progetto. Quindi sembra che sia un problema che tutti hanno più o meno nel paddock, ma sì, ci sono tutti i migliori ingegneri del mondo, quindi sono abbastanza sicuro che troveremo una soluzione”.

Molti osservatori hanno suggerito che la Ferrari F1-75 fosse il pacchetto complessivo più competitivo a Barcellona, ​​ma Leclerc è stato cauto sulla vera forma della vettura, pur ammettendo che il primo test sia andato bene per il team di Maranello.

“Abbiamo fatto molti giri, senza grossi problemi, il che è sempre fantastico considerando che è un progetto completamente nuovo”, ha detto. “Quindi va bene. Abbiamo testato molte cose nuove.

“Poi in termini di prestazioni è impossibile sapere dove siamo rispetto agli altri, è ancora molto presto, tutti nascondono un po’ le loro prestazioni, e lo sapremo solo credo alla prima qualifica dell’anno dov’è il potenziale di tutti.

“Ma per ora sono stati tre giorni tranquilli per noi, il che è sempre positivo iniziare così. E la preparazione pre-campionato è andata benissimo, mi sento più in forma che mai.

Ogni anno cerco di spingere un po’ più in alto l’asticella, e mi sento bene e mi sono sentito bene durante questi test in macchina”.

Riguardo all’atmosfera nel campo di Maranello, ha detto: “Siamo abbastanza contenti che le cose siano andate bene.

“D’altra parte, penso che stiamo lavorando più duramente che mai per cercare di tenere la testa bassa. Certo, è sempre bello vederti P1. Ma questo non significa nulla, e penso che tutti ne siano consapevoli nella squadra. Ci stiamo solo concentrando su noi stessi, ancora una volta, cerchiamo di provare quante più cose possibili per cercare di capire i modi di questa macchina. E poi in Bahrain per cercare di spingere un po’ di più la macchina lì”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: