Charles Leclerc è convinto che senza la bandiera rossa sarebbe salito sul podio, e ritiene che nonostante i miglioramenti con la nuova power unit, la velocità di punta rimane il punto debole della Ferrari.

Grande gara di Charles Leclerc che nonostante abbia visto sfumare alla ripartenza il podio ha fatto una grande prestazione, confermando i progressi visti in questo week end dalla Ferrari rispetto al Bahrain anche sul passo, che lascia ben sperare per il proseguo del campionato, e sulle possibilità della Scuderia di Maranello di essere protagonista nel mondiale 2021, e di lottare per il terzo posto della classifica costruttori.

Leclerc Video

Leclerc Video

Il monegasco ai microfoni di Sky Sport F1, ha commentato il quarto posto nel Gran Premio dell’Emilia Romagna. “Non è stata la miglior ripartenza possibile da parte mia, ma non è questo che ha fatto la differenza . Facciamo fatica sui rettilinei e oggi ne abbiamo pagato il prezzo. Oltre a questo elemento, che conosciamo bene e su cui stiamo lavorando, ci sono tante cose positive”.

Leclerc, promuove comunque la gara della Ferrari. “Il passo era molto buono, poi quando dobbiamo battagliare, sia nell’attaccare che nel difendere, facciamo più difficoltà. Nel complesso, però, il bilancio della gara è buono. Sulla pioggia eravamo abbastanza competitivi, cosa che non ci aspettavamo per le difficoltà negli anni passati, ma anche sull’asciutto non siamo andati male”.

Invece Leclerc non crede che la Ferrari abbia sbagliato a caricare la macchina, a discapito della velocità di punta in rettilineo. “Forse abbiamo caricato un po’ troppo le ali soffrendo nel finale, ma a posteriori è sempre facile dirlo  All’inizio però ci ha aiutato, questo è certo. Senza la bandiera rossa saremmo stati in una posizione un po’ diversa. Oggi è un quarto posto, io avrei voluto essere primo anche se era difficile. Ma è una giornata positiva visto il passo”.

 

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: