Jacques Villeneuve torna a pungere con dichiarazioni ad effetto, stavolta il bersaglio è la famiglia Schumacher, papà Michael ed erede. L’iconico episodio di Jerez ’97 è, a quanto pare, un ricordo ancora vivo e da allora tra il canadese e il sette volte campione del mondo tedesco non corre buon sangue.

Non era rispettoso nei confronti degli altri e delle corse in generale – ha dichiarato Villeneuve alla testata svedese ExpressenLe nuove generazioni sembrano animate dallo stesso modo di gareggiare. Nelle categorie inferiori, in F2 o in F3, è strano che non vi siano dei morti. Del resto, quando arrivano in F1, cambiano più volte traiettorie e si spostano in frenata. Cose che non si dovrebbero vedere”.

La manovra poco ortodossa di Michael Schumacher in curva 6 del Gp di Jerez consegnò la corona iridata al figlio del grande Gilles. Da allora sono trascorsi più di vent’anni ed oggi in veste di opinionista, Jacques Villeneuve avrebbe potuto evitare di criticare una persona che versa in uno stato vegetativo che gli impedisce ogni diritto di replica, ma le considerazioni non sono limitate unicamente a Michael.

In riferimento a Schumacher junior, Jacques Villeneuve ha affermato: “In questo momento la Ferrari sta utilizzando la sua immagine anche se non è super veloce, così facendo finiranno per bruciarlo. Fino ad oggi è stato abbastanza tranquillo, ma adesso quei tempi sono passati. Se non riuscirà ad essere veloce e commetterà degli errori, probabilmente sarà criticato. Deve abituarsi a questa situazione, non c’è una via di mezzo”.

Parole al miele, invece, per Lewis Hamilton: “Lui è un grande e fino ad ora non ha mai fatto nulla oltre i limiti. Questa è la grande differenza in pista: un pilota veloce ma pulito”, ha chiosato Villeneuve.