Dopo giorni di test, abbiamo, finalmente, qualche dato “più attendibile” sul confronto diretto tra i due team che, con tutta probabilità, andranno a giocarsi i titoli iridati 2016: Mercedes e Ferrari.
In particolare, dopo le “noie” meccaniche patite negli scorsi turni, Kimi Raikkonen ha finalmente avuto la possibilità “vera” di saggiare le capacità velocistiche sia sul giro singolo che sul ritmo di gara della sua SF16-H.
Risultato: miglior tempo al mattino con le gomme UltraSoft Purple, ma quello che impressiona è il miglior passaggio di tutti i test ottenuto con gomma Soft “gialla” (1.23.009), ottenuto con un discreto quantitativo di carburante imbarcato.
Al pomeriggio, il finnico si è dedicato alla prima vera simulazione di Gran Premio della Ferrari, interrotta brevemente dalla bandiera rossa causata dalla Haas di Grosjean (che oggi ha pagato tutto il dazio d’essere il team “rookie” del mondiale, con varie ucite di strada causate da problemi ai freni). Quattro gli stint di gara simulati, il primo con gomme Soft, e gli altri tre, nell’ordine, con Medium e Hard.
I suoi tempi, al netto del traffico in pista patito nel primo stint, sono stati quantomeno analoghi, se non leggermente migliori, di quelli fatti registrare dalle simulazioni-gara Mercedes di Hamilton e Rosberg, con l’unico vantaggio per gli “argentei” durante l’ultimo tratto di simulazione, dove la Ferrari, per scompaginare un po’ le carte, ha utilizzato la mescola Hard in luogo delle Medium degli anglo-tedeschi. Risultanto, comunque, poco lontana dal passo dei rivali nonostante la differenza di mescola a suo svantaggio.
Volge così al sereno il “meteo dell’umore” degli uomini di Maranello dopo questo primo confronto ad armi “quasi” pari coi rivali, anch’oggi autori di numerosi long-run senza mai “spremere” al limite la W07.
Come, d’altronde, han fatto anche le altre squadre, segno che tre anni di stabilità regolamentare iniziano a farsi sentire in positivo sull’affidabilità delle monoposto.
Giusto la Williams, con Massa, ha provato a fare qualcosa di diverso rispetto alle scorse giornate, “cercando il tempo” con la mescola Soft e trovando un buon secondo tempo di giornata (a due decimi dal best lap di Raikkonen a pari gommatura).
La Ferrari ha anche avuto il tempo di portare in pista per la prima volta il prototipo FIA-Mercedes del dispositivo di protezione della testa del pilota HALO: a prima vista può far venire qualche dubbio sulla visibilità percepita dal pilota dall’abitacolo, ma le dichiarazioni del Campione del Mondo 2007 sembrerebbero fugare questi dubbi. Vedremo quali sviluppi avremo in futuro.
Domani ultimo giorno di prove prima di “impacchettare” tutto direzione Melbourne: attendiamoci “fuochi d’artificio” da parte dei due principali “litiganti”…
Tabella tempi Test Day #7:

1 Kimi Raikkonen Ferrari SF16-H 1:22.765  US 136
2 Felipe Massa Williams-Mercedes FW38 1:23.192 S 119
3 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes VJM09 1:23.251 US 137
4 Max Verstappen Toro Rosso-Ferrari STR11 1:23.382 US 159
5 Nico Rosberg Mercedes F1 W07 Hybrid 1:24.126 M 81
6 Felipe Nasr Sauber-Ferrari C35 1:24.760 S 116
7 Fernando Alonso McLaren-Honda MP4-31 1:24.870 SS 118
8 Pascal Wehrlein Manor Racing-Ferrari MRT05 1:24.913 US 48
9 Daniil Kvyat Red Bull Racing-TAG Heuer RB12 1:25.141 S 121
10 Jolyon Palmer Renault R.S.16 1:26.224 S 98
11 Lewis Hamilton Mercedes F1 W07 Hybrid 1:26.488 M 63
12 Romain Grosjean Haas-Ferrari VF-16 1:27.196 S 78

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: