Continua il Gran Premio del Brasile. La Red Bull afferma di essere alla ricerca di risposte alle prestazioni in rettilineo della Mercedes al Gran Premio di Interlagos, a seguito dell’intrigo sull’ala posteriore.

Il vantaggio sulla velocità massima di Lewis Hamilton a Interlagos lo scorso fine settimana lo ha aiutato a realizzare un fine settimana sensazionale quando è passato dall’essere partito ultimo nella gara sprint di sabato alla vittoria finale del Gran Premio la domenica.

Il vantaggio che ha avuto sulla Red Bull in particolare ha contribuito ad alimentare ulteriori intrighi da parte della squadra di Milton Keynes sul fatto che la Mercedes avesse trovato un modo intelligente per aumentare la velocità massima.

Questi sospetti ricadono sulla flessione dell’ala posteriore della Mercedes, che ha spinto Max Verstappen a ispezionare i flap nel parco chiuso venerdì dopo le qualifiche.

Questa è stata una violazione della regola e infatti gli è valsa una multa di 50.000 euro. Sebbene ci fossero state alcune speculazioni sul fatto che la Red Bull potesse portare le cose a un punto culminante con una protesta, ha deciso di non farlo a Interlagos.

Tuttavia, la squadra di Milton Keynes desidera raccogliere ulteriori analisi e prove sulla situazione.

In particolare il capo squadra Christian Horner ha dichiarato: “Non protesteremo dopo questa gara. È importante capire da dove viene la velocità. Ovviamente avevano un nuovo motore qui. Stanno facendo funzionare i livelli di carico aerodinamico di Monaco e quando ha superato Max era vicino a 30 km/h più veloce in quel giro. Quindi è solo qualcosa che dobbiamo capire. Spetta alla FIA controllare lo sport e governarlo, quindi confidiamo in loro, nei loro test e nelle loro indagini”.

Horner ha detto che Verstappen era incapace in Brasile di fare qualcosa per Hamilton a causa della situazione della velocità in rettilineo.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: