Il Gran Premio di Spagna rimarrà nel calendario della Formula 1 almeno fino alla stagione 2026, con il Circuit de Barcelona-Catalunya.

Il futuro a lungo termine della gara, che si tiene sul circuito ogni anno dal 1991, era in dubbio negli ultimi anni. E le sono state concesse solo sospensioni a breve termine nel 2020 e nel 2021.

Il ritorno di Fernando Alonso e la continua importanza dell’ormai pilota Ferrari Carlos Sainz Jr avevano rafforzato le speranze a lungo termine della gara. E un nuovo accordo – che “include una clausola di impegno reciproco per aiutare a trasformare il Circuit Barcelona-Catalunya in un modello e punto di riferimento mondiale della sostenibilità”, secondo il ministro catalano delle imprese e del lavoro Roger Torrent – ​​è stato ora concordato.

“Voglio ringraziare il promotore e le autorità per il loro entusiasmo e impegno nel mantenere la Formula 1 a Barcellona. on miglioramenti che verranno apportati alla pista e alle strutture, e per continuare la nostra lunga storia insieme”, ha dichiarato il CEO della F1 Stefano Domenicali.

“Le squadre e i piloti non vedono l’ora di correre sul circuito e di visitare Barcellona, ​​e i fan spagnoli continueranno a vedere da vicino i loro eroi nazionali, Fernando Alonso e Carlos Sainz”.

Il circuito è pronto per una parziale ristrutturazione in vista del prossimo GP di Spagna della F1 nel 2022.

Un nuovo accordo per la MotoGP è stato siglato anche per la sede di Barcellona. ebbene anche se durerà fino al 2026, prevede solo una presenza a rotazione nel calendario.

“Dal 2023, il Circuit de Barcelona-Catalunya si alternerà con altri circuiti della penisola iberica. on un minimo di altri due Gran Premi confermati che si svolgeranno tra il 2023 e il 2026”, ha affermato un comunicato stampa della MotoGP.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: