Lewis Hamilton, dopo il deludente Gran Premio di Monaco, si prepara al weekend di Baku. L’iridato, che ora si trova a 4 punti da Verstappen, ha affermato che i giochi psicologici fuori dalla pista non gli interessano. La sfida tra i due contendenti al titolo si accende sempre di più.

Nella gara di Monaco Max Verstappen si è trasformato da cacciatore a preda. Il pilota della RedBull ha sfruttato il weekend nero delle Mercedes per prendersi la leadership del Mondiale, che ora guida con 4 punti di vantaggio su Hamilton. La competizione, però, pare stia andando anche al di fuori del tracciato. Al termine del weekend monegasco, infatti, Verstappen ha affermato che la sua vittoria dimostra quanto “i fatti contano sempre più delle parole”. Una probabile frecciatina alla Mercedes, ed in particolare a Lewis. Nel mentre, Christian Horner ha anche “accusato” il britannico di “mind games”. La risposta del 44, però, non è tardata ad arrivare.

“Non sto facendo una guerra psicologica. Le uscite di Christian Horner sono sempre interessanti, ma…non potrebbe fregarmene di meno (ridendo). Hanno fatto un gran lavoro questo weekend, questo è tutto. Anche noi abbiamo disputato delle ottime gare, ma ce ne sono ancora 17 da fare. Penso sia infantile cominciare una guerra di parole.”

Anche Toto Wolff si è pronunciato sull’argomento, elogiando le battaglie di Lewis e Max in pista.

“È fantastico vedere una lotta del genere tra due grandissimi piloti. Spesso vengono dette cose solo al fine dell’intrattenimento, e quella di Christian la ritengo tale. Parliamo di azione in pista e di soap opera fuori.”

La Mercedes ora si prepara al Gran Premio di Baku, dove Hamilton proverà in tutti i modi a riprendersi la leadership del Mondiale.

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: