Secondo RacingNews365.com, la FIA sta esaminando l’introduzione di un nuovo sistema di penalità per i reati di allocazione dei componenti della power unit, al fine di sostituire l’attuale sistema di penalità in griglia.

Per ridurre i costi, ai team viene assegnata una determinata allocazione di componenti dell’unità di potenza che possono essere utilizzati nel corso della stagione. Ai piloti, poi, vengono inflitte penalità a seconda del componente aggiuntivo sostituito.

Tuttavia, se un team sa già che supererà i limiti dei componenti, spesso prenderà penalità tattiche su circuiti più adatti ai sorpassi, come Spa-Francorchamps o Monza, per consentire un recupero più facile da una posizione in griglia inferiore.

Solo i piloti dell’Aston Martin, entrambi i piloti della Williams e Daniel Ricciardo della McLaren (tutte vetture con motore Mercedes) non hanno ricevuto penalità per aver violato il regolamento quest’anno.

La F1 Commission propone alternative alla griglia di penalità

A causa dell’impopolarità dell’attuale sistema di penalità per le unità di potenza, la F1 Commission ha deciso a metà novembre di condurre un’indagine su un nuovo sistema.

Pare che durante l’incontro siano già stati discussi vari tipi di sanzioni e altre misure, che potrebbero essere introdotte in futuro:

  1. Sostituire le penalità per la posizione in griglia con penalità in gara per il primo elemento della power unit modificato in un evento. Questa penalità verrebbe scontata al primo pit stop, con la possibilità di ulteriori limitazioni per quanto riguarda il tempo di sconto. Ad esempio, una penalità da scontare prima di un certo numero di giro in un Gran Premio.
  2. Per ulteriori modifiche agli elementi dell’unità di potenza nello stesso evento e per evitare ulteriori modifiche strategiche, prendere in considerazione un ulteriore deterrente (che deve ancora essere discusso).
  3. Qualsiasi elemento dell’unità di potenza sostituito verrebbe ritirato dal pool di unità di potenza disponibili.
  4. Sarebbe prevista una disposizione speciale per la sostituzione degli elementi dell’unità di potenza danneggiati in un incidente.
  5. Poiché le modifiche degli elementi dell’unità di potenza saranno più gravi, si suggerisce di aumentare di uno il limite annuale degli elementi dell’unità di potenza. Ad esempio, i team potranno utilizzare 4 motori a combustione interna (ICE) anziché 3.
  6. Le proposte saranno esaminate dai comitati consultivi Sporting e Power Unit, insieme agli strateghi delle varie squadre prima che vengano prese ulteriori decisioni.

I membri della Commissione F1 alla fine voterebbero su eventuali modifiche proposte. In totale ci sono 30 voti: 10 per la FIA, 10 per la F1 e 10 per i team (uno per squadra).

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: