F1 – Ferrari ha sollevato la questione del rispetto del budget cap nei giorni scorsi. Il team di Maranello ha progettato la F1-75 programmando minuziosamente ogni dettaglio, con la consapevolezza che il margine di sviluppo è limitato da un tetto massimo di spesa. Le scuderie non possono spendere più di 140 milioni di dollari nell’arco della stagione. Sarebbe una grande beffa (per non dire altro) cambiare le regole in corso d’opera o ancor peggio poterle aggirare. La preoccupazione nasce dalle zone grigie presenti nel regolamento finanziario. Mattia Binotto ha affermato che la F1 deve garantire i limiti per non falsare il corso del campionato.

Il team principal di Ferrari F1 ha rilasciato una dichiarazione terminato il Gran Premio di Jeddah: “Il limite di spesa influenzerà il tasso di sviluppo. Penso che sia un elemento chiave. La mia preoccupazione è che debba essere garantito un controllo adeguato perché può essere un punto di svolta nella lotta per gli sviluppi.

Anche Christian Horner ha espresso il suo parere in merito, prima dell’inizio del week end in Arabia Saudita. Il team principal RedBull ha affermato: “Penso che quasi tutte le squadre siano vicine al limite quest’anno. Il limite di spesa è molto stringente, perciò bisogna scegliere strategicamente come distribuire i fondi nelle varie aree di sviluppo. Credo che pensare solamente a essere il più veloce possibile non sia l’approccio corretto. Bisogna essere selettivi in base ai costi e il processo diventerà efficiente.

Stefano Domenicali, CEO della Formula 1 ha comunicato le sue osservazioni in merito, affermando di essere preoccupato da due aspetti. “Il primo è il controllo, perché se chi detta le regole sbaglia qualcosa, crollerà l’intero sistema. Oggi non basta controllare solo l’aspetto tecnico. Serve anche un rigido controllo finanziario e per questo la FIA si sta attrezzando per svolgere al meglio il suo ruolo di garante. Il secondo punto riguarda alcune variabili difficilmente prevedibili nel momento in cui è stato varato il regolamento finanziario. Come l’inflazione che sta andando in una direzione imprevedibile e anche i costi di trasporto sono aumentati nelle ultime settimane in un modo imprevedibile. Discuteremo per trovare le giuste soluzioni e terremo saldo il principio di garantire uguali possibilità per tutti.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: