La Ferrari è al comando della classifica dopo le prime due gare di F1. RedBull e il team di Maranello si sono spartite le due vittorie, ma l’impressione è che Ferrari sia la squadra più completa e pronta a vincere. Si sono allenati cercando di perfezionare ogni dettaglio, a partire dai pit stop più rapidi della concorrenza, nonostante le gomme siano più pesanti e ingombranti. I numeri sono nettamente a loro favore, 78 punti contro 37 per RedBull che paga i due zeri registrati nel Gran Premio di apertura.

La F1-75 è particolarmente prestante nelle curve

A Jeddah probabilmente Ferrari ha nascosto del potenziale adottando un atteggiamento prudente aggiungendo molto carico aerodinamico. I tecnici hanno studiato l’assetto della vettura aspettandosi un cospicuo degrado gomme che però non si è verificato. Così Carlos Sainz e Charles Leclerc hanno pagato una discreta differenza sulla velocità di punta, a favore di RedBull. Sostanzialmente la RB18, a prescindere dall’assetto, gode di una velocità di punta elevata e di grande efficienza grazie a un drag minimizzato. La F1-75 riesce invece a registrare ottimi tempi generando parecchio carico aerodinamico che le permette di portare più velocità in centro curva. L’impressione è che ci sia molto margine per ridurre il drag mentre Adrian Newey ha progettato il sistema migliore per generare carico in modo efficiente.

Bisogna sottolineare l’ottima trazione della F1-75 e la flessibilità nel poter costruire un assetto ideale anche alzando la vettura. La Ferrari può permettersi di sacrificare parte del carico generato dal fondo grazie ai sidepod a dir poco geniali. La monoposto è stata modificata solo in piccoli dettagli dai test di Barcellona e il porpoising è stato facilmente tenuto sotto controllo. Questo potrebbe essere un grande vantaggio per lo sviluppo, perché dimostra che gli ingegneri conoscono perfettamente l’auto e le aree con possibili margini di miglioramento.

Grande lavoro del reparto telaio Ferrari F1

La Ferrari ha lavorato parecchio al nuovo progetto disponendo di più ore in galleria del vento rispetto a RedBull e Mercedes. Grande lavoro è stato svolto per modernizzare le strutture e costruire un simulatore di ultima generazione. La partnership con Haas è evidente che abbia fruttato. Sappiamo che non è possibile scambiarsi dati, nulla vieta però di scambiarsi idee e considerazioni confidenziali. La scuderia americana aveva testato la soluzione Mercedes con pance minimizzate già nell’estate 2021, giudicandola con un basso margine di sviluppo. In ogni caso il reparto telaistico ha svolto un ottimo lavoro intraprendendo una strada ambiziosa.

Eccellente lavoro lato power unit

Come non rimarcare l’eccellente lavoro che Ferrari ha svolto sul motore. Il lavoro è iniziato durante l’inverno 2020, i tecnici si sono concentrati sull’analisi delle debolezze riuscendo a recuperare almeno 25 CV alla concorrenza. Sul finale della stagione scorsa, è stato evidente anche il netto miglioramento della parte elettrica. I tecnici di Maranello hanno realizzato un motore, un turbocompressore e l’MGU-H completamente nuovi, ottimizzati per il nuovo combustibile con una percentuale biologica. Ad oggi sembrerebbe che Ferrari abbia svolto senza dubbio il lavoro migliore.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: