Dopo il Weekend deludente di Portimao la Ferrari F1 fa i bagagli e vola in Spagna per il riscatto. Il layout del Montmelò, con le sue curve miste, sarà un banco di prova importante per la SF21.

C’è tanta emozione per Carlos Sainz, che correrà per la prima volta in casa in tuta rossa. Proprio lo spagnolo al Montmelò è sempre arrivato in zona punti e cercherà di ripetersi a tutti i costi quest’anno. Il miglior risultato per Leclerc cona la Ferrari F1 , invece, è stato il quinto posto nel 2019. Proprio Sainz, dopo aver battuto Leclerc in qualifica nel sabato di Portimao, ha espresso quanto sia difficile battere il monegasco in qualifica.

“Solo perchè ho battuto Charles in qualifica a Portimão non significa che ci riuscirò ogni volta d’ora in poi. Credo di essere ancora un passo indietro a dove vorrei essere, ma quella qualifica è stata un buon segnale, frutto del nostro duro lavoro. Dobbiamo continuare così. Per quanto riguarda Charles non ho nulla da dire, vedete tutti quanto è veloce. Sarà difficile arrivargli davanti in qualsiasi gara ed in qualsiasi pista.”

Sainz si è espresso anche sul duello tra Hamilton e Verstappen, pronti a contendersi la vittoria anche in Spagna.

“Sono impressionato da quanto facilmente Lewis abbia superato Verstappen e Bottas. In Formula 1, per superare come ha fatto lui, devi andare molto più veloce. Penso che Lewis sia ad un livello altissimo con la sua Mercedes, che attualmente non è più veloce della sua RedBull. La sua capacità di andare così veloce in una gara è incredibile, ha tutta la mia ammirazione.”

Anche Leclerc si è espresso in vista del Montmelò. Il monegasco ha dichiarato di essere abbastanza soddisfatto della sua gara in Portogallo. Ci sono parole di ammirazione anche per Sainz ed il suo stile di guida.

“Onestamente sono contento del lavoro che ho fatto nella scorsa gara. Parlando di Carlos, sicuramente imparo dal suo stile di guida. Guida in modo molto diverso da Seb lo scorso anno. Vederlo lavorare con gli ingegneri è molto interessante, con il suo metodo e la sua visione delle cose. Sto imparando molto da lui.

La Ferrari F1 , dei 50 GP disputati in Spagna, ne ha vinti solo 12. L’ultima vittoria, infatti, risale al 2013 con Fernando Alonso. Quest’anno l’obbiettivo è sempre lo stesso: crescere, sopratutto in vista del 2022. A Maranello, infatti, si lavora incessantemente sulla monoposto del prossimo anno. Ecco le parole del Team Principal Binotto alla vigilia del Gran Premio:

“Il terzo posto non è l’obbiettivo principale, piuttosto dobbiamo dimostrare di saper crescere in ogni settore. Siamo tornati in grado di riconoscere le nostre debolezze e rimediare. Nulla succede dall’oggi al domani, ma la strada è quella giusta. Ogni volta che entriamo in galleria del vento per la vettura del prossimo anno facciamo dei passi in avanti. Il margine è tanto ed il tempo è poco, ecco perchè quasi tutto l’ufficio tecnico è incentrato sulla nuova monoposto. Sulla SF21 se ci verrà in mente qualche aggiornamento lo porteremo.”

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: