Nella lettera agli azionisti sulle performance del 2021 di Exor, John Elkann ha sottolineato la qualità della coppia di piloti della Ferrari.

Dopo due stagioni ben al di sotto delle sue aspettative e del suo blasone, la Ferrari sembra finalmente aver imboccato la strada giusta nella stagione 2022 di F1. La Scuderia di Maranello ha sfruttato a pieno l’occasione presentata dalla rivoluzione regolamentare per presentarsi ai nastri di partenza come una delle favorite per il titolo. La F1-75 è un progetto azzeccato, che nelle prime due gare della stagione ha ottenuto quattro podi su quattro possibili e 78 punti su un massimo di 88. Una grande soddisfazione per tutta la scuderia guidata da Mattia Binotto, il quale ha sempre potuto contare sulla fiducia del CEO John Elkann anche nei momenti più difficili. Proprio il Presidente di Exor, nella lettera agli azionisti sulle performance del 2021 della Holding controllata dalla famiglia Agnelli, ha sottolineato il buon avvio di 2022 della Scuderia e la grande qualità della coppia di piloti della Rossa.

John Elkann Mattia Binotto Ferrari F1

“Per quanto riguarda la pista…” – recita la lettera – “…questa è stata la miglior stagione di sempre per la Ferrari nel GT, dato che ha conquistato il titolo piloti e costruttori nel WEC e ha ottenuto la vittoria alla 24 Ore di Le Mans. Inoltre, Ferrari ha annunciato il tanto atteso ritorno, nel 2023, nella classe regina del WEC con il suo programma Hypercar; attraverso la Ferrari Esports Series, che ha registrato più di 35,000 partecipanti in tutta Europa, ha attratto una nuova fetta di appassionati. La stagione 2021 di F1, conclusa con cinque podi e il terzo posto nel Mondiale Costruttori, ha dato segnali incoraggianti, e adesso il focus è completamente passato al 2022. Abbiamo la certezza che la line-up di piloti della Scuderia, composta da Charles Leclerc e Carlos Sainz, sia la migliore della griglia. L’inizio è stato promettente”.

Elkann ha inoltre realizzato una sorta di passaggio di consegne con Benedetto Vigna, divenuto operativo nel ruolo di CEO del Cavallino Rampante lo scorso 1 settembre: “Il fondatore dell’azienda, Enzo Ferrari, una volta disse che ‘la Ferrari è prima di tutto fatta di persone’. Dopo aver assunto la carica di CEO lo scorso anno, posso solo confermarlo, ringraziando tutti coloro che fanno parte della famiglia Ferrari per i risultati raggiunti insieme e dando un caloroso benvenuto al mio successore, Benedetto Vigna, che arriva da STMicroelectronics […]. Le sue conoscenze, ottenute in più di venticinque anni all’interno del settore dei semiconduttori che sta rapidamente trasformando il mondo dell’automotive, accelereranno il processo di applicazione di tecnologie di nuova generazione di Ferrari“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: