F1, Ecclestone sicuro: “Hamilton troppo deluso, non correrà nel 2022” L’ex patron della Formula 1 si è espresso in modo deciso circa la situazione che vede coinvolto Lewis Hamilton.

Per lui, per il 7 volte campione del mondo è il momento giusto per il ritiro. Bernie Ecclestone, ex patron della Formula 1, ha rilasciato un’intervista alla testata svizzera Blick in cui ha parlato del futuro di Lewis Hamilton. Secondo il 91enne britannico, che ha detto di avere avuto un colloquio telefonico qualche giorno addietro con Anthony, il padre di Lewis, in cui ha dichiarato di aver parlato solo “di affari”, il campione inglese è giunto al capolinea.

“La sua delusione è troppo grande. E in qualche modo lo si può capire.

Con sette titoli mondiali come Michael Schumacher, adesso sarebbe il momentodi realizzare il suo sogno di diventare un imprenditore della moda. Hamilton ha solo da perdere nel 2022 – ha proseguito nel suo ragionamento – con George Russell avrebbe un compagno di squadra ambizioso”.

Anche Ecclestone ha parlato del finale di gara ad Abu Dhabi che ha assegnato il titolo mondiale di F1 a Max Verstappen: “Il direttore di gara Masi avrebbe potuto risparmiarsi qualche guaio se avesse interrotto subito la gara con la bandiera rossa dopo l’incidente di Latifi. Poi ci sarebbe stato un superfinale tra Max e Lewis per gli ultimi tre giriMolte cose sono andate storte, non possiamo più cambiarle”.

Di recente Bernie ha sentito anche il padre di Carlos Sainz:

“Mi ha chiamato e mi ha parlato della situazione di suo figlio. E – ha aggiunto – molti a Maranello sono sorpresi del fatto che sia riuscito a scavalcare Charles Leclerc (in classifica lo spagnolo è arrivato a 5,5 punti in più). Per me Leclerc è sempre stato un ottimo pilota, ma non di più”. Ha concluso.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: