Mattia Binotto è contento di quello che la Ferrari è riuscita ad ottenere nel nuovo Patto della Concordia, in quanto è stata riconosciuta l’importanza della Scuderia di Maranello in F1.

La Ferrari secondo quasi tutto il mondo della Formula 1 è la vera vincitrice del Concorde Agreement 2021-2026. Binotto si gode questo risultato positivo dopo tante critiche, ed è contento del lavoro fatto nelle trattative in coppia con Louis Camilleri.

FerrariInfatti il Team Principal della Scuderia di Maranello, rilasciando un’intervista a Sky Sports, ha espresso la sua soddisfazione per l’accordo raggiunto con Fia e Liberty. “Siamo molto contenti è stata una discussione durata quasi due anni.

Tutti i dieci team hanno firmato, dimostrando che quello che è stato fatto è un bene per tutti. Devo ringraziare Chase Carey e Jean Todt per il loro supporto in questa discussione. Credo che come Ferrari abbiamo ottenuto quello che desideravamo, mantenere lo status di Scuderia importante nella storia della Formula 1, non soltanto per la parte economica ma anche per il diritto di veto”.

Condizioni che fino a qualche mese fa, non era così certo che la Ferrari sarebbe riuscita a conservare. Se Liberty ha tentato di toglierle e ridimensionare il diritto di veto, gli altri team la Mercedes e Toto Wolff in particolare, hanno provato ad ottenere la stessa quota di ricavi dei rivali.

Binotto proprio per questo ritiene il Patto della Concordia un’importante vittoria politica della Ferrari. “Questi diritti sono stati mantenuti ed il risultato che cercavamo. Firmarlo per i prossimi cinque anni è importante, a dimostrazione che la Ferrari può ancora far parte di questo sport, di cui ha fatto parte negli ultimi settant’anni e ne farà parte per i prossimi settanta. Da parte nostra stiamo continuando ad investire sulle nostre risorse, organizzazione asset e nuovo simulatore, perché la Ferrari vuole rimanere competitiva in questo mondo“.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: