Dopo un inizio di stagione promettente, la Alpine ha confermato che nel GP dell’Emilia Romagna introdurrà un nuovo pacchetto aerodinamico.

Portato a termine il primo ciclo di trasferte in Medio Oriente ed Oceania, la F1 è ormai pronta a dare il via al lungo segmento europeo della stagione 2022. Come già avvenuto numerose volte in passato, il primo evento nel vecchio continente sarà il GP dell’Emilia Romagna e del Made in Italy sul tracciato di Imola, dove si potranno ammirare anche i primi sviluppi realizzati dalle varie scuderie. Anche a causa dei ridotti costi di trasporto dei componenti, per i team la prima gara in Europa rappresenta infatti un’occasione per testare in pista il funzionamento delle soluzioni concepite in fabbrica per migliorare la vettura. Quest’anno, tuttavia, le scuderie dovranno affrontare un piccolo ostacolo: ad Imola si terrà la prima Qualifica Sprint della stagione, e il cambio di format ridurrà considerevolmente il tempo disponibile per valutare la bontà di eventuali upgrade. Proprio per questo la Ferrari sembra aver deciso di posticipare ai GP di Miami e Spagna l’introduzione dei primi aggiornamenti, mentre altri team, Red Bull e Alpine su tutti, hanno deciso di mantenere viva questa tradizione.

Il team anglo-francese ha iniziato la stagione in maniera davvero promettente: Esteban Ocon ha concluso tutte le gare in zona punti (una P6 e due P7), mentre Fernando Alonso stava lottando per la Pole Position a Melbourne prima del guasto meccanico che lo ha obbligato a partire in decima posizione. Insieme ad una McLaren ancora difficile da decifrare e all’Alfa Romeo, la A522 si sta dunque confermando come una delle vetture più forti di centro gruppo, ma la squadra comandata da Otmar Szafnauer non vuole limitarsi ad un ruolo di secondo piano e mira a chiudere il gap con i tre top team. Al termine del weekend del GP d’Australia, proprio il manager americano ha quindi confermato che ad Imola la Alpine introdurrà un importante aggiornamento a livello aerodinamico, che secondo Autosport dovrebbero riguardare la zona del fondo.

“Sicuramente porteremo qualche upgrade ad Imola.” – ha affermato Szafnauer, citato proprio dalla testata britannica – “Non mi sorprenderei se tutti introducessero qualche novità al prossimo evento: negli ultimi venticinque anni ho notato che, per qualche motivo, le prime gare in Europa sono quelle in cui ogni scuderia ha in programma di aggiornare la vettura. Prima avevamo Barcellona come data fissa, oggi invece c’è Imola. Questo momento dell’anno rappresenta da sempre l’occasione in cui le squadre introducono degli upgrade, quindi anche noi lo faremo: le nostre novità riguarderanno l’aerodinamica. Cosa cambierà? L’area più importante della vettura e nient’altro. Sarà un aggiornamento molto significativo”.

Szafnauer ha poi evidenziato le qualità della A522 e sottolineato come il budget cap non permetta più ai team più ricchi di migliorare le proprie vetture investendo grandissime somme di denaro: “Saremo veloci su altri tracciati: le caratteristiche di Melbourne le ritroveremo altrove. La nostra macchina ha dei punti di forza e non ha particolari debolezze, però in alcune aree siamo più indietro rispetto agli altri. Qui e in Arabia Saudita siamo andati abbastanza bene, e penso che anche Imola si adatterà alle caratteristiche della vettura. La battaglia per emergere come il miglior team del centro gruppo è serratissima, ma vogliamo farla nostra. […] In passato, squadre come la Mercedes avrebbero potuto investire un sacco di soldi e risorse per migliorare la loro vettura, ma forse oggi il budget cap sta limitando la loro risalita. Penso che sia una norma giusta ed equa, quindi non va assolutamente cambiata”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: