La Ferrari F1 sta attraversando un periodo buio, sebbene con gli ultimi aggiornamenti portati la casa di Maranello sembrerebbe aver intrapreso la strada giusta per il prossimo 2022 quando i nuovi regolamenti cambieranno le carte in tavola per tutti. a parlare della Scuderia rossa è questa volta lo stesso Alonso che ha detto in toni molto secchi:

“Ai miei tempi e ai tempi di Sebastian, la Ferrari non era pronta per essere campione del mondo“, ha detto a f1-insider.com.”Ci abbiamo provato entrambi e ci siamo avvicinati alla vittoria, ma non ce l’abbiamo fatta. Ora hanno cambiato il modo in cui pianificano e le aspettative non sono più così alte. Lo si può vedere nella scelta dei giovani piloti. Ora stanno pensando più al lungo termine e alla formazione di giovani piloti che a breve termine”

Certamente puntare su giovani come Charles Leclerc che ha firmato fino al campioanto di Formula 1 2025 con la Rossa mette Maranello in un’ottica diversa, lo si era visto già lo scorso anno quando Sebastian non riusciva più a performare come ci si aspettava, e forse il motivo era anche, secondo alcune fonti, che la Ferrari stava progettando una macchina fatta su misura per Charles Leclerc. La Ferrari però è chiamata a mirare in alto perché non ci si può più accontentare di una mera terza fila ed essere in lotta per la terza posizione nel campionato costruttori, la Rossa deve tornare li dove gli spetta, non si possono abbassare le aspettative, bisogna tornare a lottare per la pole tutte le settimane e a tentare di coronare un sogno che manca dal lontano 2007: avere un pilota che vinca il Mondiale Piloti su una Ferrari di Formula 1.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: