Ferrari F1 – Dopo il 4° posto in Turchia rimane la delusione per il podio mancato ma sale la fiducia per una ritrovata competitività e per lo spirito di squadra del duo Leclerc-Sainz.

Archiviato il Gran Premio della Turchia ancora si parla, in casa Ferrari, sulla scelta di rischiare con Charles Leclerc il tutto e per tutto sul circuito di Istanbul cercando la prima vittoria della stagione. La scelta, di fatto, ha compromesso un podio assicurato ma, finalmente per tutti i tifosi della rossa, è stata possibile solo grazie ad una SF21 competitiva su tutti i fronti. Il pilota monegasco non si è trovato a battagliare per le primissime posizioni a causa di una safety car o di un incidente fra Mercedes e Red Bull, era lì per merito. Certo, se si guarda al risultato c’è un po’ di delusione; ma anche tanta speranza per le sei gare rimanenti del 2021 e, soprattutto, per il 2022.
Durante un evento Sky sul circuito di Fiorano Charles Leclerc è tornato a parlare del Gran Premio di Turchia appena disputato:

Leclerc Montecarlo
Leclerc Montecarlo

“La delusione per il mancato podio però c’è”, le parole del monegasco intervistato in diretta a Sky Sport 24. “In una stagione così difficile, con tante occasioni perse e un po’ di sfortuna, mi avrebbe fatto bene salire sul podio. Battagliare per la vittoria era un rischio, sapevo anche io che avrei rischiato di perdere il terzo posto, ma quando ho un’occasione per vincere io provo sempre a sfruttarla. A quel punto pensavo solo a vincere, non è successo, ma avevamo tanta adrenalina”.
Il pilota della rossa analizza anche i recenti progressi della SF21: “Dopo il 2020, che è stato un anno difficile, abbiamo iniziato a lavorare nella giusta direzione. Non esistono miracoli in Formula 1, tutti lavorano per migliorare, ma io ho l’impressione che la Ferrari stia crescendo più degli altri team. Sono una persona che prova ad analizzare bene la situazione, solitamente mi fisso degli obiettivi verosimili, ma la verità è che io penso sempre alla vittoria. Sembra irrealistico, ma se mancano sei gara da qui alla fine della stagione, io punterò a fare sei vittorie. Non credo sia realisticamente possibile, ma se c’è l’opportunità io ci proverò, come ho fatto in Turchia. In queste sei gare lavoreremo sicuramente per crescere, per iniziare la nuova era della Formula 1 nel 2022 nel miglior modo possibile”.

Sull’ottima gara di entrambi i piloti, anche Sainz è stato autore di una rimonta solida caratterizzata da tanti sorpassi, e in generale su tutto il team è molto soddisfatto anche il direttore sportivo della Ferrari F1 Laurent Mekies: “Come prestazione pura è stato un buon weekend, forse non il migliore dell’anno perché anche a Monte Carlo eravamo a un buon livello. Siamo stati vicini alle macchine più veloci su una pista classica. È importante per noi portare a casa questi punti e ridurre il distacco per il terzo posto, è stata una prestazione solida per tutta la squadra. Era importante rischiare e avere il coraggio di provare a vincere. Ci abbiamo provato, sembrava che potesse funzionare, ma quando Bottas ci ha superato abbiamo preferito assicurarci il quarto posto. Leclerc e Sainz hanno fatto un weekend fantastico, la loro integrazione e la loro voglia di far parte di questa squadra è un vantaggio. Sainz ha tenuto il morale alto, con un passo incredibile, ci ha dato una mano. La squadra sta crescendo soprattutto grazie ai nostri piloti, che sono il cuore del progetto”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: