Niente più gerarchie prestabilite in Ferrari. Mattia Binotto ha spiegato che la regola d’ora in avanti sarà molto semplice: il pilota più veloce sarà aiutato dall’altro.

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, in una intervista rilasciata all’agenzia GMM, ha messo in chiaro che non esistono gerarchie prestabilite interne al team.

Leclerc e Vettel hanno e avranno sempre lo stesso trattamento. Semplicemente se uno dei due è più veloce e può vincere la gara allora la squadra interviene e chiede a un pilota di aiutare l’altro: questo è sempre successo nel corso degli anni e non cambierà in Ferrari“.

Dopo il primo successo in carriera di Charles Leclerc la Ferrari vuole lasciar spazio al talentino monegasco di esprimersi senza limitazioni. Se Leclerc risulterà più veloce nel corso del weekend brianzolo, Sebastian Vettel lo supporterà per ottenere il massimo risultato possibile. Per Vettel potrebbe essere un incentivo in più per tornare ad essere decisivo per la lotta del primo gradino del podio.

Binotto ha spiegato che per Vettel “ci saranno ancora delle opportunità. Vedremo gara per gara, il miglior pilota sarà quello che occuperà la prima posizione. Ora vedremo come andranno le cose a Monza“.

Su formula1.com da Mattia Binotto ha raccontato il trionfo in Belgio di Leclerc: “La vittoria a Spa è importante per i nostri fan, speriamo che molti si uniranno a noi a Monza per sostenerci. Abbiamo visto che per vincere, dobbiamo fare tutto alla perfezione, dalla qualifica, all’inizio, alla gestione della squadra, ai piloti stessi, quindi nulla può essere lasciato al caso. Mi aspetto che sarà molto difficile a Monza, quindi dovremo essere perfetti lì, sapendo che anche la Mercedes potrebbe essere competitiva“.

L’appuntamento belga e il weekend di Monza sono congeniali alla SF90: “Certamente Spa, come Monza, è uno dei circuiti più sensibili alla potenza e abbiamo dimostrato che il nostro pacchetto è competitivo qui a Spa, e potremmo aspettarci di essere competitivi anche a Monza, senza dubbio. Abbiamo sviluppato alcuni pacchetti a basso carico aerodinamico, alcuni dei quali sono stati utilizzati a Spa“.

Binotto Vettel

Chiosa finale sul degrado delle gomme: “Certamente Sebastian Vettel ha sofferto un po’ di più di Leclerc per il degrado di questo fine settimana, sia venerdì che durante la gara. Seb è normalmente bravo a gestire le gomme soprattutto nei primissimi giri, a usare le gomme più tardi nello stint, quindi è qualcosa che cercheremo di capire, analizzare e sicuramente miglioreremo noi stessi in futuro“.

Conferenza stampa piloti | Vettel: “Cercheremo di fare il miglior risultato possibile”