La gara di Formula 1 disputata ad Austin è stata un trionfo per Max Verstappen ed un vero e proprio boccone amaro difficile da digerire per Lewis Hamilton che si è dovuto accontentare, come ieri in qualifica, della seconda posizione, perdendo altri punti importanti in campionato su Max Verstappen. Anche per la Ferrari la gara è stata complessivamente positiva, con Charles Leclerc che è arrivato, ancora una volta, a ridosso dei gradini del podio concludendo in 4° piazza, ma complessivamente soddisfatto, cosí come soddisfatto era Mattia Binotto che ha commentato:

“Bellissima gara di Charles. Ha potuto spingere. In certi tratti è stato veloce quanto i primi. Guardando il gap dal podio è una delle volte in cui siamo arrivati più vicini. La vettura sta crescendo anche grazie alla power unit. Con Charles abbiamo colto un buon risultato per quello che è il nostro mezzo oggi. Ha condotto una gara senza sbavature. Peccato per Sainz, vedendo Charles che ha finito 25 secondi davanti a Ricciardo. Il potenziale lo aveva anche Carlos ma non siamo riusciti a sfruttarlo. È partito con le rosse, ma non ha avuto spunto al primo giro per guadagnare o mantenere posizioni. Da lì la sua gara si è complicata. Lui le ha gestite molto bene, non era facile. Ha avuto spunto per ripassare Norris quando ha dovuto cedere la posizione. Ha guidato bene cercando di difendersi, peccato per il pit-stop. Siam passati da un tentativo di undercut ad un altro problema durante la sosta. Dobbiamo cercare di migliorare ogni area quest’anno, ogni dettaglio conta. Un pit stop oggi ci è costato potenzialmente due posizioni in pista. Sulla carta questa gara non eravamo favoriti con McLaren, invece abbiamo guadagnato 4 punti su di loro. È un buon risultato, fa ben sperare per le prossime due, ma facciamone una alla volta. In Messico potremo essere competitivi, almeno rispetto a McLaren, ci concentriamo su questo e poi vedremo”.

La gara è stata dura però anche per Sergio Perez che ad un certo punto è rimasto a corto di acqua a causa di un malfunzionamento dell’impianto che rifornisce i piloti di liquido durante la gara, situazione particolarmente massacrante visto e considerato il terribile ed afoso caldo che la cittadina di Austin ha fatto provare ai piloti-texani:

“Gara fisica. Non ho potuto bere per tutta la gara. Faceva caldissimo. Verso metà del secondo stint ha cominciato a diventare piuttosto difficile, perdevo forza. A livello fisico è stata la gara più dura di sempre per me. Miei tifosi? Grazie mille per il vostro appoggio. Non mi sono dato per vinto proprio per voi, grazie mille”. Ha infatti detto il messicano, ampiamente supportato dai suoi tifosi accorsi per tifarlo proprio ad Austin.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: