Presentati al Parco Valentino Motorshow i modelli definitivi della Spice-X, prototipo da competizione nato dalla collaborazione tra Mastery Design, Performance Car e AM Costruzione Modelli. La Spice-X era stata svelata lo scorso anno come concept, mentre ora ne sono state definite le caratteristiche ed è certo che sarà una vettura omologata solo per la pista. Sarà disponibile due versioni: la SX 1 F, endotermica, e la SX 1 E invece completamente elettrica.

spice_x

La Spice-X con i suoi 4 metri di lunghezza e 1,7 di larghezza si presenta molto compatta, estremamente pratica e facilmente trasportabile per le competizioni. A livello di peso entrambe le versioni sono molto competitive, con quella elettrica (600Kg) che è un po’ più pesante di quella endotermica (500 Kg). 

Spice-X SX 1 E

La versione elettrica ha un’aerodinamica più aggressiva, in quanto l’abitacolo è chiuso da un cupolino per migliorare l’efficienza aerodinamica. È capace di raggiungere i 210 km/h di punta grazie ai due motori elettrici, entrambi posti sull’asse posteriore, che sprigionano 30 Kw ciascuno. A completare il gruppo motore è il pacco batterie, da 450 volt, che permette di bruciare gli 0-100 in 3,5 secondi con 400 Nm di coppia.

spice_x

Entrambe le monoposto sono costruite a mano ed è pertanto possibile personalizzarle esteticamente; è inoltre possibile richiedere la monoscocca completamente in carbonio o in fibra di vetro. La Spice-X sarà disponibile a partire dal 2020 con un prezzo compreso tra i 150 e 200 mila euro. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: