Elettrico e guida assistita i temi centrali di una mostra che unisce passato, presente e futuro grazie a prototipi spettacolari presentati vicino alle auto da Formula 1 degli anni 80.

 

Nella giornata di ieri a Torino è stato inaugurata la quinta edizione del Parco Valentino Motorshow, in una location molto particolare dove sarà possibile fino a domenica ammirare le nuove bellezze e novità dell’automobilismo. Un evento che si conferma in continua crescita acquisendo un ruolo centrale oltre il panorama italiano: sono presenti infatti più di 45 case automobilistiche per rispondere alle ben 700.000 persone attese nell’arco dei cinque giorni. 

Elettrico e guida autonoma

Già a partire dall’inaugurazione si è compreso fin da subito il focus di questo salone: l’innovazione. Il classico taglio del nastro è avvenuto infatti tramite un auto a guida autonoma, alla presenza del Presidente ACI Italia Angelo Sticchi Damiani. Anche l’ordine degli stand rispecchia tale obiettivo. Quelli centrali ospitano non a caso la Pininfarina, la Italdisegn, la SpiceX, la XEV, tutte case produttrici di prototipi all’avanguardia della tecnologia. Vi è inoltre un’area, allestita dall’Enel, focalizzata solo sull’elettrico e sugli impianti di ricarica. 

Un salone principesco

Nella meravigliosa location del castello del Valentino è presente il cuore pulsante dell’evento. Nel grande cortile antistante il palazzo principale è stato allestito un vero e proprio parco macchine, che comprende auto da rally, auto da Formula 1 e concept-car avveniristiche. La sala d’onore del Castello ospiterà inoltre le premiazioni dei Designers Award, premi rivolti ai migliori designer. Molto interessante per chi vuole toccare con mano le tante novità presentate è inoltre l’area dei test drive dove è possibile effettuare una breve prova su strada di alcune vetture. 

Supercar night parade

Non manca pane per i denti anche per gli appassionati di Motorsport. Infatti il valore aggiunto del salone è dato dall’esposizione della Alfa-Sauber di Formula 1 di Antonio Giovinazzi, che offre l’esclusiva possibilità di vederla e fotografarla da vicino. Insieme all’Alfa di Giovinazzi ci sono altre auto di Formula 1 degli anni 70 e 80 che sono state coinvolte nella serata di ieri nella Supercar Night Parade, una parata sulle strade del centro storico di Torino. In questa occasione si è potuto osservare un pubblico molto numeroso, che ha potuto godere di alcune auto da corsa in un habitat diverso dal solito.

 

Il Parco Valentino Motorshow terminerà domenica con il GP Parco Valentino, una sfilata che vedrà i partecipanti guidare attraverso la città fino a giungere alla Reggia di Venaria. Se siete in zona Torino non perdetevi l’occasione di vedere dal vivo le vetture protagoniste dei prossimi anni!