Netta doppietta Mercedes con Ferrari e Red Bull staccate. Problemi per Verstappen e brutto incidente per Grosjean

Le prime libere del GP di Gran Bretagna hanno subito messo in evidenza la superiorità della Mercedes sul tracciato inglese di Silverstone. Lewis Hamilton ci ha tenuto a far capire alla concorrenza che su questa pista contro di lui non ce n’è per nessuno. Il campione del mondo ha piazzato il miglior tempo in 1’27”487 con gomme Soft, rifilando ben 367 millesimi al compagno di squadra Valtteri Bottas che ha comunque completato l’1-2 delle W09. L’unica brutta notizia della giornata per il team di Brackley è il montaggio sulla vettura del finlandese della terza power unit, dato che il guasto al cambio dell’Austria ha irreparabilmente danneggiato la seconda unità. Ciò significa che prima di fine anno Valtteri incapperà sicuramente in una penalità in griglia per montare un ulteriore motore.

All’inseguimento delle frecce d’argento troviamo la Ferrari di Sebastian Vettel. Il leader del mondiale è però staccato di oltre mezzo secondo dal rivale, a conferma del fatto che nonostante il passo allungato la SF71-H non sembra particolarmente a suo agio su questa tipologia di tracciato, non dimenticando che al venerdì la rossa non è mai al top a livello di set-up. Dietro al tedesco la prima Red Bull, quella di Daniel Ricciardo staccato di poco più di un decimo da Seb. Nella terza fila virtuale troviamo Kimi Raikkonen davanti a Max Verstappen:  per l’olandese una mattinata a due facce, dato che ha ottenuto il sesto tempo con le gomme medie, restando vicino ai primi ma con una mescola di svantaggio.

A pochi minuti dal termine è stato però costretto ad accostare la sua RB14 a lato del rettilineo di partenza, fermato probabilmente da un guasto al cambio. Max non avrà comunque una penalità, dato che quello montato al venerdì non è il cambio che verrà utilizzato in qualifiche e gara.

Il primo degli altri è Romain Grosjean, che conferma il buono stato di forma mostrato in Austria dal punto di vista velocistico. Il francese ha portato la sua Haas in settima posizione, staccato di quasi due secondi da Hamilton. Il classico errore non si è comunque fatto attendere, dato che è andato a sbattere alla prima curva tentando di effettuarla con il DRS aperto perdendo il controllo della monoposto. Alle sue spalle completano la top ten le Force India di Perez ed Ocon seguite da un sorprendente Stroll, con una Williams apparsa più in forma sul circuito di casa dove fa la sua prima apparizione stagionale anche Sir Frank nei box.

Buona anche la prova delle Alfa Romeo-Sauber, con Ericsson undicesimo e Leclerc tredicesimo. In mezzo ai due la prima Toro Rosso-Honda con Pierre Gasly, che continua a surclassare il compagno Brendon Hartley che è solo penultimo. Alle spalle di Charles l’altra Haas di Magnussen, che precede le Mclaren di Alonso e Vandoorne tra le quali si è inserita la Renault di Sainz. Nelle ultime posizioni Hulkenberg, Hartley e Sirotkin, ultimo con l’altra Williams dopo una mattinata ricca di problemi.

Alle 15 la seconda sessione di prove libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: