George Russell è sicuro che la Mercedes sia riuscita a risolvere i problemi che le vetture subivano da due anni a questa parte. Questi problemi derivavano principalmente dal cambio di regolamentazioni tecniche avvenuto nel 2022.

Ieri, dopo aver percorso 121 giri durante il primo giorno di test, Russell ha dichiarato di sentirsi molto più fiducioso alla guida della W15 rispetto alla vettura precedente.


“La vettura dello scorso anno era davvero difficile da guidare
ha detto. “Lewis [Hamilton] ed io non avevamo fiducia in essa. Sembrava che potesse morderci ad ogni singola curva. Ora possiamo affrontare le curve di medio e alto velocità senza che il retrotreno scivoli via. Sentiamo di aver compiuto davvero un grande passo in termini di coerenza della vettura“.

“Ora possiamo contare su di essa meglio di quanto fossimo in grado di fare in passato, ed è stato un obiettivo fondamentale durante tutto l’anno scorso. Abbiamo notato molte carenze nella W14 che il team ha fatto davvero un ottimo lavoro nel correggere“.

Russel crede che la nuova vettura rappresenti un solido punto di partenza per il programma di sviluppo della squadra nella prossima stagione.

“Abbiamo ora una vettura meccanicamente solida su cui gli aerodinamici possono concentrarsi solo per aumentare la deportanza. Mentre in passato, qualsiasi cosa facessimo dal punto di vista aerodinamico, c’erano problemi sottostanti con l’auto da corsa che ci hanno impiegato del tempo per capire e risolvere”.

Ieri Russell è riuscito a classificarsi solo dodicesimo tra i più veloci. Per questo, l’inglese ha preferito rimanere cauto sulle previsioni future visto la pessima stagione senza vittorie del 2023.

“Dal primo momento puoi sicuramente capire se la vettura è un miglioramento e se è piacevole da guidare. Sicuramente è un miglioramento, non c’è dubbio su questo. Ma potresti avere la peggiore vettura da guidare, ma se è più veloce di tutti gli altri, sarai felice“.

“Quindi è stato sicuramente piacevole guidare ieri. Avevo una buona sensazione dentro la vettura. Ma sappiamo che tutte le altre squadre hanno fatto un grande passo avanti e al momento è decisamente troppo presto per dirlo“.

Dobbiamo aspettare e vedere. Ma abbiamo sicuramente una piattaforma molto migliore su cui costruire e non è la diva che era negli ultimi due anni”.

Russell è però ottimista sul fatto che la squadra sarà in grado di fare rapidi progressi su Red Bull, che domina indiscussa da 2 anni a questa parte.

“Quando la vettura si sente piacevole, ma non è ancora al passo, devi solo trovare deportanza nei posti giusti” ha spiegato. “Ma in questa iterazione delle regole, c’è sicuramente un punto ottimo per tutte le squadre”.

“Vuoi che la vettura sia il più bassa possibile, ma non puoi andare troppo in basso in caso di contatto col suolo o causi rimbalzi, che è ancora un po’ presente in background per alcune squadre. Non serve molto per trovare quel punto ottimale e guadagnare molto in prestazioni“.

“Speriamo che Red Bull sia già in quel punto ottimale e che possiamo ridurre quel gap ma ci vorrà molto lavoro per farlo”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto