All’indomani della schiacciante vittoria di Charles Leclerc a Monza, è tempo di bilanci per il management Ferrari.

Che vincere a Monza fosse per la Ferrari uno dei più importanti obiettivi sull’agenda del team è fuori dubbio; comprensibile dunque che l’imposizione di Leclerc nel tempio della velocità davanti a migliaia di tifosi Ferrari abbia fatto letteralmente esaltare non solo i box, ma tutto l’apparato manageriale della Scuderia di Maranello.

Vincere a Monza, a casa nostra davanti ai nostri tifosi, è un’emozione straordinaria”ha affermato John Elkann, presidente della Ferrari, dedicando un pensiero particolare a Leclerc e Binotto: “È il regalo più bello con cui possiamo festeggiare i nostri 90 anni. Bravissimo Charles e complimenti a Mattia e a tutta la Scuderia per questa giornata indimenticabile”.

Leclerc

 

Grande soddisfazione per Mattia Binotto, che ha individuato nelle gomme dure la chiave vincente: “È stata una corsa bellissima e tiratissima dall’inizio alla fine. Sono gare che restano impresse. L’ha costruita Charles, l’ha difesa; abbiamo detto che avremmo venduto cara la pelle e l’abbiamo venduta carissima. La scelta più bella è stata quella delle gomme bianche, quelle più dure, quando gli altri hanno scelto le gialle (le medie, ndr). Sapevamo che nei primi giri avremmo dovuto difenderci con i denti e Charles in quel momento è stato bravissimo; poi le gomme dure a fine stint ci hanno dato la possibilità di respirare, cosa che altrimenti non ci saremmo potuti permettere. Abbiamo avuto il coraggio di fare questa scelta e di metterla in pratica, e oggi ci siamo meritati tutto questo. Il ragazzo è stato bravissimo”.

La prima vittoria da team principal a Monza è stata sicuramente emozionante. Ho versato qualche lacrima durante l’inno, credo sia normale – ha aggiunto Binotto – Era da tanto che non si vinceva qui, speriamo di ripeterci presto e spesso. Su Leclerc è presto per dire che sia nata una stella. Semmai la stella è nata 21 anni fa, ora il ragazzo sta crescendo gara dopo gara e lo sta dimostrando. Stiamo investendo su di lui e lui su di noi. Insieme in futuro possiamo, e speriamo, creare qualcosa di unico

Ferrari Monza

Interessanti in conclusione le parole del vice presidente Piero Ferrari, rilasciate a Sky: “Ho tremato, ho sudato, non so cosa dire. Poi alla fine ho gioito veramente molto. Molto emozionante. È stato veramente bravissimo, meglio di così credo non potesse fare. La pressione l’avevamo noi che guardavamo la tv nei box, penso per lui sia stata fortissima, ma sa come comportarsi. A mio padre sarebbe piaciuto sicuramente moltissimo. Un giovane che viene in Ferrari e alla prima stagione vince! Più di così cosa gli puoi chiedere?

THE DAY AFTER F1 | Leclerc, a star is born

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: