“Volevamo capire se la funzione della sospensione era quella di assolvere al suo compito o se viene impiegata per variare le prestazioni aerodinamiche della vettura; quest’anno ci siamo concentrati molto di più su questo aspetto; se un sistema di

sospensioni si comporta in modo asimmetrico allora non vi è nessun motivo giustificabile che si comporti a questo modo, quindi se un sistema scende verso il basso ad una certa velocità e risale verso l’alto ad una ad un’altra non c’è ragione che possa essere impiegato in questo modo…” Queste le parole di Charlie Whiting nella conferenza stampa dell’Albert Park, ora mi soffermerei su queste parole specifiche “quest’anno ci siamo concentrati molto di più su questo aspetto” cosa vuole dire Charlie? Che forse nella scorsa stagione la ‘concentrazione’ dei Commissari non era al massimo? E che dire delle voci che circolano in rete secondo le quali, in questo Campionato, visto che ci saranno controlli più approfonditi potranno cambiare gli equilibri in pista?

Trovo veramente assurdo che gli equilibri debbano cambiare solo perché ci sono più controlli, questo vuol dire a rigor di logica che in passato qualcuno ha barato col beneplacito della Federazione e visto che, a pensar male è peccato ma ci si azzecca quasi sempre, mi chiedo se la lettera che Simone Resta ha inviato in Dicembre alla FIA chiedendo un SEMPLICE chiarimento sul funzionamento di alcuni dispositivi delle sospensioni non sia stato altro che il voler, non solo fare chiarezza, ma soprattutto il voler affermare un principio che è poi alla base di tutti gli sport, il rispetto delle regole. Se è vero che i 5 punti ‘cardinali’ emanati dalla FIA in merito al comportamento delle sospensioni hanno fatto chiarezza, rimane il concetto che già nel 2016 era VIETATO utilizzare tali componenti per trarre benefici aerodinamici, se non altro era ben chiaro nello ‘spirito’ e nel principio base di una regola che parte da lontano, dal MASS-DAMPER fino ad arrivare al FRIC (front and rear interactive control). Per rinfrescare la memoria il MASS-DAMPER fu vietato nel 2006 a 13 giorni del GP di Hockenheim quando in pratica lo avevano testato e utilizzato quasi tutte le Squadre (la prima ad introdurlo fu la Renault nel 2005) definito dalla Federazione ‘dispositivo mobile aerodinamico’ benché agisse sulle sospensioni. Il FRIC era già presente, anche se non in forma molto sofisticata, sulla Minardi del 1993, anche questo dispositivo che metteva in connessione avantreno e retrotreno è stato vietato il 21 Agosto 2014 senza che la FIA desse troppe spiegazioni e durante lo svolgimento del Campionato.

Ora sia Mercedes che Red Bull, che sembra abbiano rivisto i loro sistemi, hanno avuto tutto il tempo di adottare altri componenti per essere conformi alle regole, del resto c’era da aspettarsi un comportamento del genere da parte della FIA dopo la lettera di Simone Resta, OPPURE NO…

Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: