di Giuseppe Saba (Twitter: saba_giuseppe)

Colpi di scena e “tanta carne al fuoco” nelle qualifiche andate in scena sul Red Bull Ring: tra le colline dello Spielberg il meteo rappresenta sempre un’incognita, e chi è bravo ad approfittarne riesce sempre ad ottenere un grosso vantaggio.
Ed è infatti così che è andata, con Hamilton bravo a garantirsi la pole position, ma ancor più bravo è stato Nico Hulkenberg, che, per via della penalizzazione di 5 posizioni inflitta a Rosberg (2° oggi, che quindi partirà 7°) per la sostituzione del cambio dovuta all’incidente occorso in FP3 (cedimento della sospensione posteriore causato dai cordoli che mandano pericolosamente in risonanza strutturale i braccetti di titanio-carbonio, fenomeno accusato anche da Kvyat e Verstappen), conquista una splendida prima fila (intervistato ieri in esclusiva da NewsEffeUno: http://www.newsf1.it/news-f1-exclusive-qa-nico-hulkenberg3097/).
La bravura del team Force India è stata quella di aver indovinato il momento giusto per far uscire il proprio pilota con le gomme UltraSoft, quando la pista si stava velocemente asciugando dopo un breve acquazzone, permettendo al pilota tedesco di prendere confidenza con le mutevoli condizioni dell’asfalto e “portare” temperatura sulle gomme.
E un altro bravissimo a sfruttare le condizioni incerte è, da sempre, Jenson Button (5° tempo ma 3° in griglia per le penalità a Vettel e al sopracitato Rosberg), che porta la McLaren Honda incredibilmente avanti rispetto agli “standard” tristemente abituali da due anni a questa parte per un team pluri-iridato come quello di Woking (col “rovescio della medaglia” del pasticcio combinato ai danni di Fernando Alonso che, causa montaggio di gomme usate anziché nuove nella Q2, partirà solamente 14°).
Ancora musi lunghi, invece, in casa Ferrari. La scelta “azzeccatissima” del qualificarsi in Q2 con le gomme SuperSoft, quelle più indicate per la gara (se fosse asciutta e “calda”), replicata da Red Bull ma non da Mercedes (che partirà quindi domani con quelle gomme UltraSoft che, stamani, hanno mostrato un importante livello di graining e addirittura blistering sulle W07 Hybrid), è stata poi quasi “ridimensionata” dal non soddisfacente piazzamento in griglia (Raikkonen, grazie alle penalità altrui, partirà 4°, Vettel, con la penalità per la sostituzione della trasmissione, 9°). Eppure le premesse erano state fin lì molto buone, con tempi molto vicini alle Mercedes, anche grazie all’evoluzione, costata un gettone, della Power Unit Ferrari 061 (nuovi alberi a camme con profili più “spinti”, atti a incrementare i volumi di gas trattati dal turbo e quindi l’energia recuperata dall’ Mgu-H, cruciale per la ricerca della massima potenza ed efficienza) che, unita alle nuove specifiche di carburante e lubrificanti forniti dalla Shell, dovrebbero garantire al propulsore del Cavallino un incremento prestazionale significativo. Ma domani il “jolly” acquisito in Q2 potrebbe far ritornare il sorriso agli “uomini in Rosso”.
Stessi piani nei programmi della squadra “padrona di casa”, quella Red Bull che piazza Ricciardo 7° (ma 5° in griglia) e Verstappen 8°, pronti ad approfittare delle eventuali soste anticipate altrui.
In top-ten anche le Williams (Bottas partirà 6° e Massa 10°) che però, rispetto alla clamorosa ma meritata pole di due anni fa, sembrano segnare il passo rispetto ai rivali.
Da tenere in conto per domani anche la questione sicurezza: la particolare tipologia di cordoli del circuito austriaco ha creato finora seri problemi alle sospensioni delle monoposto, con cedimenti improvvisi e dagli esiti pericolosi (il “crash” di Kvyat, accentuato nella sua dinamica anche dalla disposizione non proprio sicura del guardrail delimitante l’ingresso box, poteva avere, malauguratamente, conseguenze ben peggiori di quelle fortunatamente lievi accusate dal pilota russo), che potrebbero essere acuiti dal maggior peso delle monoposto dato dal pieno di carburante per la gara.

ULTIM’ORA: Nico Hulkenberg è sotto investigazione degli steward per non aver rispettato le bandiere gialle esposte in Q2 durante il suo giro migliore, si attendono dalla Federazione ulteriori comunicazioni in merito.

CmXO7QjWYAAaub4

 

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: