Una gara intensa quella disputata oggi, una lotta serrata anche per l’opportunità dei Team che ieri erano dalla 4° posizione in giù di approfittare della penalità a tempo dei primi 3; ricordiamo le regole, 15 sec. da scontare per il 1°, 10 per il 2° e 5 per il 3° classificati nella gara di ieri.

Alla partenza Stefano Gai che era nella 2° casella passa subito Schirò (Easy Race Ferrari 488) che era in pole position, mentre la Lamborghini di Ombra racing condotta da Beretta pizzica l’erba a fianco pista e deve lasciare il passo a Eddie Cheever che guardagna così il 3° posto, si apre così una lotta serrata nei primi giri alle spalle della Ferrari 488 di Gai che comincia a segnare tempi ottimi cercando di distanziare il più possibile Schirò. Beretta (Ombra Racing) compie una bellissima manovra con ben 2 sorpassi e si riprende la posizione sulla Ferrari di Cheever, dietro Alberto Cerqui sulla Bmw M6 si incolla alla Lamborghini di Lorenzo Veglia (Antonelli Motorsport). Al giro 8 Stefano Gai accumula un gap di 2,7 sec. da Schirò e supera il tempo segnato nella qualifica pur con serbatoio quasi pieno; da dire che oggi le condizioni erano ideali e la Ferrari di Black Bull aveva un set-up invidiabile. Arriviamo al momento dei cambi pilota; al 14° giro rientra Gai e lascia il posto a Mirko Venturi il quale in uscita trova davanti a sé la Lamborghini di Frassineti il quale ovviamente non gli lascia strada e Mirko è costretto ad un fuori pista sulla ghiaia a causa di un leggero sovrasterzo, errore che non compromette la sua gara, ci mette un attimo la Ferrari a riscaldare e pulire di nuovo le gomme e Venturi si rimette in caccia degli avversari. Al 16° giro l’Audi esce di pista rimanendo insabbiata ed entra la safety-car, le vetture si ricompattano ed inizia di fatto una nuova gara, in quanto tutti i Piloti nelle prime 6-7 posizioni sono in grado di ambire al podio; Stefano Comandini attacca e passa Malucelli (Scuderia Baldini) ma poi passa sopra un cordolo con troppo impeto e deve cedere di nuovo la posizione (6°); davanti invece si innesca un incredibile duello  con Zampieri, Frassineti e Venturi vicinissimi, il Pilota della Ombra Racing passa Zampieri e ne approfitta astutamente anche Venturi, entrambi cominciano ad avvicinarsi a Jaime Melo che è in 1° Posizione. Lotta serratissima negli ultimi giri fra queste 3 vetture, una lotta entusiasmante che dimostra anche la solidità della Ferrari 488 oltre che le qualità prestazionali; infatti Mirko Venturi nonostante 50 mt sulla ghiaia riesce ad ottenere tempi strepitosi, al giro 24 Mirko passa Frassineti al Tamburello, raggiunge Melo e lo passa con una staccata violenta e molto coraggiosa portandosi in 1° Posizione; con l’avversario che mette due ruote fuori pista, ne approfitta anche Frassineti che si porta in 2° posizione.

Seconda Vittoria per la Ferrari di Black Bull Racing e un altro secondo posto per  la Lamborghini di Ombra Racing. Si prospetta un Campionato veramente molto entusiasmante. Nei prossimi giorni articoli di approfondimento.

CLASSIFICA GARA 2

  1. VENTURI (BLACK BULL RACING FERRARI 488)
  2. FRASSINETI (OMBRA RACING LAMBORGHINI HURACAN)
  3. MELO (EASY RACE FERRARI 488)
  4. ZAMPIERI (ANTONELLI MOTORSPORT)
  5. MALUCELLI (SCUDERIA BALDINI)
  6. COMANDINI (BMW ITALIA)
  7. BARUCH (PETRI CORSE)
  8. VALENTE (ANTONELLI MOTORSPORT)
  9. PASTORELLI (KRYPTON MOTORSPORT)
  10. YSHIKAWA (AF CORSE)
  11. GENTILI (OMBRA RACING)
  12. VENEROSI (EBIMOTORS)
  13. MAGLI (EASY RACE)
  14. DEL CASTELLO (COLAJANNI MARIO ALBERT)
  15. TRELUYER (AUDI SPORT ITALIA)

By Marco Asfalto

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: