La Ferrari SF-24 sembrerebbe aver fatto dei passi in avanti rispetto alla vettura dell’anno scorso stando a quanto dice Charles Leclerc. Il monegasco, al termine dei test in Bahrain, ha infatti dichiarato che la vettura è stata più facile da guidare sin dall’inizio, anche in condizioni di vento.

Nel 2023, la Ferrari non aveva problemi nel giro secco, nel quale risultava molto veloce. I problemi apparivano però in gara, dove Charles Leclerc e Carlos Sainz retrocedevano sempre.

Il problema principale della SF-23 era la gestione delle gomme. Problema che ora sembra essersi risolto, visto che il team ha passato tutta la pausa invernale per sistemarlo nella SF-24, e i test sembrano dimostrarlo.

Sainz e Leclerc hanno sicuramente rubato la scena nei test dopo aver dominato i tempi negli ultimi due giorni, ma la parte più interessante riguarda il loro solido ritmo nei lunghi stint. Entrambi i piloti della Ferrari hanno percorso giri consistenti durante i loro lunghi stint rispetto a l’anno passato.

Si può infatti aver dimenticato che, durante il Gran Premio del Bahrain dell’anno scorso, Sainz avrebbe probabilmente finito a podio, se non ci fossero stati problemi relativi all’usura delle gomme.

Nel 2023, il passo della Ferrari era a volte in grado di competere con quello di Red Bull. Lottare per le vittorie più spesso potrebbe diventare ordinario se entrambi i piloti non riscontreranno problemi con l’usura delle gomme.

La stagione 2024 si preannuncia dunque positiva per il team guidato da Vasseur, soprattutto dopo le parole di Charles Leclerc che definisce la vettura molto più facile da guidare anche con il vento.

Sainz Leclerc
sainz Leclerc Foto Credit Ferrari

“Onestamente, fin dal primo giro sul simulatore, sembrava essere un’auto più facile da guidare quando c’era del vento. E lo stesso è stato sulla pista fin dai primi giri qui”.

“Una volta arrivati qui, la sensazione era buona, siamo riusciti ad essere consistenti subito. E questo aiuterà le prove di gara. Tuttavia, come ho detto in questi giorni, la guidabilità e la competitività sono due cose molto diverse“.

“L’anno scorso, avevamo molte difficoltà a essere consistenti, perché l’auto era un po’ instabile ogni volta che c’era del vento. Ma questo non significa necessariamente che, specialmente in qualifica, vinceremo molto grazie a questo“.

“Quindi, questo non significa nulla rispetto alla Red Bull. Dobbiamo ancora lavorare molto, e poi vedremo quanto siamo competitivi venerdì“.

“Ma sono sicuro che abbiamo sicuramente fatto passi avanti in termini di gestione delle gomme, perché quanto più usate sono le gomme, più evidenti sono i difetti dell’auto, li si sente di più. E con le caratteristiche di questa vettura, dovrebbe essere decisamente migliore“.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto