Parlando del suo 2023 con la Ferrari, Charles Leclerc lo ha definito deludente, vista la poca competitività della SF-23.

Teoricamente, nel 2023, i problemi riscontrati del 2022 non ci sarebbero più dovuti essere. Purtroppo per la Rossa non è stato così, vista l’imprevedibilità e la difficoltà nel guidare la SF-23.

Già dalle prime gare né Leclerc né Carlos Sainz hanno potuto combattere per il titolo mondiale. Rispetto alla netta differenza dell’inizio 2022, dove il monegasco aveva vinto tre delle prime quattro gare.

Riflettendo sulla sua stagione, Leclerc ha dichiarato ai media: “Onestamente è stata una stagione deludente“.

Dopo l’anno scorso, ci aspettavamo di venire in questa stagione e cercare di lottare per il campionato, cosa che dopo la prima gara abbiamo capito subito quanto sarebbe stato difficile rispetto alla RedBull che aveva fatto un enorme passo avanti, specialmente nel ritmo di gara”.

“Noi non abbiamo fatto lo stesso passo. Quindi da quel momento in poi, è stato un po’ deludente“.

Leclerc ritiene però che il gap da colmare per arrivare ai livelli di RedBull sarà molto ampio. Ai “problemi” con la squadra di Milton Keynes si aggiunge anche la Mercedes, avendo perso la battaglia per il secondo posto nel Campionato Costruttori quest’anno.

“D’altra parte, se guardiamo solo a questa stagione, penso che abbiamo fatto notevoli progressi nel corso della stagione, il che è positivo e mi dà fiducia per il futuro ha detto Leclerc.

“Ma c’è un grande divario da colmare per recuperare la RedBull, quindi lavoreremo duramente durante la pausa invernale e speriamo di tornare più forti il prossimo anno con una vettura in grado di vincere“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto