Il team anglo-austriaco punta sui motori giapponesi per il prossimo biennio

La notizia doveva arrivare in Austria, ma è stata ufficializzata in anticipo. La Red Bull abbandona la fornitura Renault e sposa la causa Honda, una scommessa dopo i fallimenti con la Mclaren ed una buona stagione sin qui con la Toro Rosso.

Dunque il team di Christian Horner ha posto fine ad una partnership che ha fruttato ben otto titoli iridati (divisi tra costruttori e piloti con Sebastian Vettel) tra 2010 e 2013. Dunque si conferma l’ipotesi fatta che recentemente che l’utilizzo delle power unit Honda sulle Toro Rosso non fosse altro che un test per poi portarle nella squadra di punta. Una prova che a quanto pare i motoristi nipponici hanno superato, una bella rivincita dopo gli anni di purgatorio con la Mclaren.

Alla Red Bull manca soltanto il motore per vincere, dato che telaisticamente è probabilmente la macchina da battere. La Renault non è mai riuscita a raggiungere Ferrari e Mercedes da quel punto di vista, questa impresa toccherà proprio alla Honda. Christian Horner ha così commentato il nuovo accordo: ”I progressi della Honda ci hanno impressionato in senso positivo, sia per la crescita con la Toro Rosso che per loro grandi ambizioni, uguali alle nostre”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: