1. nUbi’Ci siamo si accendono i motori della F1, i test in Spagna sono una pura formalità, la Ferrari surclassa tutti in ogni sezione; la più veloce in rettilineo e la più veloce ad ogni giro, con tutti i tipi di gomme, non fa nessuna differenza montare le Soft, le Ultra Soft o addirittura le Hard, quelle praticamente mai usate, gli avversari sono costernati, sorpresi, stravolti, cominciano a fioccare le lettere di ricorso degli altri team, tutti a cercare qualche inganno, qualche regola infranta… La Ferrari ha adottato nuovi pistoni in acciaio 3D, pressioni di iniezione vicine agli 800 bar, delle nuove turbine in una nuova lega sviluppata dalla NASA e i dati al banco hanno dato un responso che ha sorpreso gli stessi tecnici del Cavallino, 1200 cv solo dall’unità termica (ice).

La prima gara è solo una formalità, anche Raikkonen sfiora la pole e nelle curve dell’Australia le due Rosse se ne vanno via in coppia doppiando tutti gli avversari e senza spingere sul gas, non c’è proprio bisogno di rischiare; sul volante uno strano pulsantone rosso attira l’attenzione di tutti, basta sfiorarlo e la vettura inizia a volare; finisce la gara e sul podio il 3° classificato non si presenta ed invia il suo fido cane, anche lui con tatuaggi e ‘collanoni’ in oro da rapper mancato; si dice sia nel retrobox a piangere e farsi consolare da quel tipo alto ed elegante in camicia bianca, il problema è che anche lui è in crisi e dopo aver distrutto a pugni la consolle dei box è schizzato in bagno con un rotolone gigante di carta, nessuno ha capito se per espletare dei naturali bisogni o per piangere; corre infine in loro aiuto un ex pilota che ha il ruolo di consigliere e riesce a rinfrancarli mentre dall’Europa si prenotano visite dai migliori psicologi Teutonici. Nel frattempo nella penisola Italica festeggiano anche gli sconfitti alle elezioni che ben si sono guardati dal promettere anche una Ferrari vincente; le genti scendono in piazza molto più numerose di quando c’è da protestare contro i governi prepotenti; Maglionne stappa quella famosa bottiglia di Dom del 1958 che tiene in bacheca lasciandosi andare ad uno spreco immane consumato attaccandosi direttamente alla bottiglia. Nel box Ferrari si festeggia solo dopo che i tecnici della Federazione hanno smontato tutta la macchina, un lavoro ciclopico portato avanti fino al mercoledì, nei siti internet girano le immagini dei pezzi della vettura sparsi sulla corsia box tutti contrassegnati come in un film di CSI ed infatti strani personaggi in tuta bianca e maschera anti NBC si aggirano intorno a quei resti continuando a catalogare anche le rondelle; ma dopo 3 giorni arriva il responso, la monoposto è regolare! Subito scattano le proteste delle lattine che minacciano di inquinare le falde acquifere con la loro micidiale bevanda e creare danni a tutta la popolazione; a quel punto anche l’ONU deve mobilitarsi per evitare una catastrofe planetaria. Nonostante gli allarmi mondiali è un giubilo e le folle in maglia rossa invadono per settimane le strade e le piazze…

Sento una strana vibrazione al polso ed un ronzio lontano; la vibrazione aumenta e quell’antipatico rumore aumenta di intensità; apro gli occhi ed osservo il soffitto illuminato dalla tenue luce della luna che filtra dalle persiane, sono le sette del mattino e la mia sveglia si è puntualmente attivata. Era un sogno, era tutto un sogno, arrivato nella notte di Carnevale, quanto si diverte il fato con noi piccoli Umani.’

Immagine correlata

Tratto da google immagini

Buon Martedì Grasso a tutti !

 

Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: