Il manager austriaco prende le difese di Marchionne e si oppone a Liberty Media

Il circus della Formula 1 è ormai giunto in Australia dove dopodomani avranno inizio le prime due sessioni di prove libere del mondiale 2018. Il clima di tensione che si respira all’interno del paddock inizia a ricordare quello del 2009, quando Montezemolo e il presidente della FIA Max Mosley entrarono in guerra per i regolamenti futuri.

Ora la partita a scacchi è tra i nuovi padroni di Liberty Media e le squadre principali, vale a dire Ferrari e Mercedes. Negli ultimi tempi si era sentito parlare del fatto che il team di Maranello stesse vagliando la possibilità di abbandonare la Formula 1, con Marchionne che aveva sentenziato: ” la Ferrari non ha bisogno della Formula 1”. A fare eco alle sue parole ci ha pensato il direttore della Mercedes Toto Wolff, che ha ricordato come sia il circus iridato ad aver bisogno della rossa e non viceversa.

Le parole dell’austriaco sono state molto dure nei confronti degli americani, subentrati alla guida della gestione del campionato nel 2016 al posto di Bernie Ecclestone. Wolff ha dichiarato che l’idea di una formula alternativa è realtà e che i top team ne stanno verificando le possibilità di una futura realizzazione. Toto Wolff e Sergio Marchionne non concordano sui progetti futuri del Circus e la loro idea è ben distante dalla visione di Chase Carey e Ross Brawn. La Mercedes non vuole una frattura completa, ma se le condizioni e le regole dovessero prendere una piega opposta alla volontà dei tedeschi, potrebbero decidere di allearsi con la Ferrari.

”La prospettiva di fare qualcosa di diverso è reale e potrebbe avvenire se non si riuscisse a trovare un punto d’intesa sul futuro. Io e Marchionne abbiamo le idee chiare, il nostro sport è purista e non un canale commerciale” ha aggiunto Wolff”.

Staremo a vedere per quanto proseguirà questo braccio di ferro, ricordando che anche nel 2009 tutto poi si era risolto per il meglio, ma le parole dei grandi capi di Ferrari e Mercedes non fanno certo ben sperare gli appassionati che non vedono l’ora di vedere nient’altro che una sana e sportiva battaglia in pista.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: