Ultimo atto prima delle qualifiche in quel di Budapest.. Le monoposto del 2017 non si smentiscono ed è record della pista. Dubbi su Felipe Massa,

Il termometro si ferma “solo” sui 55° C oggi, sul circuito del Hungaroring. Una giornata movimentata, soprattutto per Paul Di Resta, convinto che sarebbe stato lui a portare in pista la Williams già dalla sessione mattutina, ma Felipe Massa si è ripreso dopo i problemi di salute della giornata di ieri. Il pilota brasiliano aveva accusato vertigini, che unite alle alte temperature hanno fatto preoccupare tutto il team di Groove. Dopo una visita in ospedale, Felipe ha avuto l’ok per tornare in macchina. La sua sessione termina, però, in anticipo, e nei box si comincia subito a cambiare la pedaliera della monoposto. Ancora nessuna conferma da parte del team, ma Claire Williams, Felipe Massa e Paul Di Resta stanno ancora discutendo nel Motorhome. Di Resta non disputa un Gran Premio da ben 4 anni, ma prenderà il posto di Felipe Massa, che ha accusato gli stessi problemi di ieri, senza aver mai testato questa monoposto in pista. Qualifica del tutto in salita per il team di Sir Frank.

Credits: Williams Martini Racing

Sessione positiva per Ferrari: il primo giro veloce è quello di Kimi Raikkonen che con 1.17.909s segna record della pista già nei primi minuti. Le Ferrari sembrano essere tornate quelle di inizio stagione, con Sebastian Vettel che si spinge a dire che la macchina è perfetta, molto bilanciata. Confermate sulla rossa del tedesco il nuovo fondo, mentre Raikkonen continua col vecchio, insieme alla nuova ala posteriore. Sebastian Vettel termina la sessione in prima posizione col tempo di 1.17.017s. Il compagno di squadra segue a più di 4 decimi di distacco.

Daniel Ricciardo sembrava essere l’uomo da battere ieri, dopo aver concluso entrambe le sessioni del venerdì in prima posizione. L’avventura dell’australiano in pista dura poco: passa la prima parte della sessione ai box, per poi fermarsi in pista col cambio bloccato in 5° marcia. Dai box si sospetta una perdita idraulica e nel box si lavora sul cambio. Dopo un buon venerdì, le Red Bull tornano alla realtà; buona la prestazione di Verstappen, 4° davanti ad Hamilton.

Lavoro diverso per le Mercedes rispetto ai suoi competitor: le frecce d’argento spendono la prima parte delle FP3 provando degli stint su mescola Soft, per poi montare la Super Soft e sfidare la Ferrari per la caccia al record della pista. Solo 3km/h di differenza sullo speed trap per le due contendenti al titolo. I piloti di entrambe le scuderie hanno avuto bisogno di 2 giri di preparazione; un po’ più difficile per Hamilton, che sembra aver bisogno di più di un tentativo iniziale per segnare il proprio tempo, a causa anche dei vari errori e uscite fuori pista. Le alte temperature sembrano non giovare alle W08, unite alle pressioni delle gomme più basse. Bottas si ferma in 3° posizione a ben 9 decimi di distacco da Vettel; 5° Hamilton, a 1.4s.

Sessione del tutto positiva per le McLaren e in particolare per Fernando Alonso: lo spagnolo festeggia il suo 36° compleanno chiudendo la sessione in 9° posizione e chissà che le Qualifiche non possano regalargli l’entrata in Q3.

In seguito, la classifica finale della terza sessione di prove libere.

 

di Marika Laselva
Twitter: @MarikaLaselva