Dopo le difficoltà della mattinata, Kimi Raikkonen nel pomeriggio riesce a issarsi in seconda posizione, a soli 69 millesimi dal leader Ricciardo. Solo 11esimo Vettel che, come ammesso dallo stesso pilota tedesco, non è riuscito a fare un giro pulito.

Un venerdi buono ma non eccellente quello vissuto in casa Ferrari. Nella sessione mattutina, infatti, entrambi i piloti della rossa hanno faticato a trovare il giusto feeling e il set-up ideale, sopratutto a causa della pista sporca e del poco Grip. Kimi Raikkonen ha poi dovuto concludere le PL1 in anticipo per permettere ai suoi meccanici di sostituire il cambio della sua SF71H, montando successivamente una nuova trasmissione che sembra aver giovato visto le prestazioni nelle Pl2 del finnico.

Ferrari competitiva, sopratutto costante, sul passo gara dove ha saputo mantenere con ogni mescola della Pirelli un passo davvero costante nei tempi e paragonabile a quello delle due Red Bull.

Vettel ” Non ho fatto un gran giro, domani possiamo migliorare”

Qualifiche un pò tribolate per Sebastian Vettel, il quale dopo aver concluso in 15esima posizione la prima sessione di libere, in quella pomeridiana non è andata molto meglio (10° tempo in 1.44.127, a oltre un secondo dal leader).

Il tedesco della Ferrari sostiene che sia stato più lui a mancare nella prestazione che la SF71H, poiché fin dal mattino non era riuscito a trovare il giusto feeling e il giusto ritmo sul tracciato cittadino azero. Nonostante un non perfetto feeling , il 4 volte campione del mondo tedesco ha concluso un buon long run sia con le gomme Ultrasoft che con le Supersoft :”Credo che questo circuito sia piuttosto complicato, non è semplice trovare il ritmo. Non l’ho trovato stamattina e all’inizio della seconda sessione non ero al passo con gli altri. Però sono abbastanza contento del long run che abbiamo fatto alla fine, quindi va bene”. 

Al tedesco della Ferrari è poi stato chiesto se ha capito cosa mancasse per riuscire a fare un giro pulito domani in qualifica. Vettel ha così affermato:“Sì, manco io. Dipende da me. Credo che la macchina vada bene, ma non sono riuscito a mettere insieme il giro. Qui basta un niente per commettere un piccolo errore in frenata, ma come ho detto il long run è andato bene, anche se possiamo migliorare ancora un po’ la macchina per domani”.

Raikkonen:”Ritrovato il feeling grazie alle modifiche fatte in mattinata”

Nella seconda sessione di prove libere Kimi Raikkonen ha concluso al secondo posto, dietro di soli 69 millesimi alla Red Bull #3 di Ricciardo. Un giro, quello del finlandese, che ha dato maggior fiducia alla squadra, visto che nella mattinata la situazione in termini di performance e di feeling con la vettura non era delle più rosee.

Il finnico ha concluso anzitempo le PL1 per dare la possibilità ai meccanici di sistemare al meglio il set-up della SF71H, sostituendo anche la trasmissione. Questo espediente ha fatto perdere a Kimi una buona parte delle Pl1 ma ha permesso allo stesso Ferrari sta di avere a disposizione nel pomeriggio una vettura più stabile. Una lavoro che ha pagato.

Lo stesso Raikkonen si è detto molto contento della monoposto dopo queste modifiche:“Sono soddisfatto del comportamento della vettura. Ovviamente quanto avvenuto nel corso della prima sessione non è stato il modo migliore per iniziare il weekend, ma ho chiesto dei cambiamenti importanti, maggiori rispetto al solito, che hanno portato via più tempo del previsto”.

Le modifiche apportate alla SF71H, se fossero state controproducenti, avrebbero pregiudicare le libere di Raikkonen, ma così non è stato e lo stesso finnico ha ammesso che queste modifiche sono state positive per migliorare il feeling che in mattinata era venuto a mancare:“Forse avremmo dovuto effettuare queste modifiche prima così da avere a disposizione del tempo per poter scendere in pista ed essere maggiormente pronti per il secondo turno, ma alla fine la decisione di fare questo cambio si è rivelata corretta e tutto è andato bene”.

Infine é stato chiesto al campione del mondo 2007, visto il secondo posto odierno, se riuscirà a confermarsi domani, ma Kimi non intende fare proclami e preferisce tenere i piedi ben saldi a terra:“Vedremo solo domani se riuscirò ad ottenere nuovamente la prima fila in partenza, adesso è ancora presto per dirlo. Fino ad ora le prestazioni non sono state negative, possiamo ancora migliorare”. 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: