La casa tedesca ha deciso di puntare tutto sul campionato elettrico abbandonando il programma endurance. Gran coppia di piloti con gli esperti Neel Jani ed Andrè Lotterer.

La Formula E è ormai alle porte e noi di News F1 proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta dei team che prenderanno parte alla sesta stagione del campionato ”full electric”. Dopo aver parlato della Mercedes nella giornata di ieri è giunto il momento dell’altra grande novità di questo 2019, vale a dire la Porsche. La casa di Stoccarda ha svelato la 99x electric svolgendo un gran numero di test specialmente sul tracciato di Maiorca, preparandosi al debutto ufficiale previsto in Arabia Saudita.

Esattamente come la Mercedes, anche lo squadrone Porsche ha faticato nel corso delle prove ufficiali svolte a Valencia il mese scorso. Il tempo per l’apprendistato è molto importante ed il team diretto da Fritz Enzinger dovrà lavorare ancora a lungo per recuperare sulla concorrenza. Il primo passo è aver puntato su un’ottima coppia di piloti, composta da Neel Jani ed Andrè Lotterer. Entrambi hanno già avuto un’importante esperienza in Formula E, con il tedesco protagonista recentemente al volante della DS Techeetah, mentre l’elvetico ha gareggiato due anni fa con la Dragon Racing.

Il progetto Porsche nasce da molto lontano, quando nel luglio del 2017 venne dato l’annuncio dell’addio al programma Le Mans dopo tre successi nella classica della Sarthe ed altrettanti titoli FIA WEC con la sensazionale 919 Hybrid. Le vetture tedesche si sono dimostrate quasi imbattibili grazie a dei sistemi ibridi all’avanguardia tramite batterie agli ioni di litio e ad un motore V4 biturbo a benzina. Questa tecnologia vincente sull’elettrico ha spinto i grandi capi a puntare tutto sulla Formula E, decidendo di importare dalle gare endurance anche Jani e Lotterer. Il primo vanta un titolo piloti ed una vittoria a Le Mans, mentre Andrè ha trionfato in ben tre occasioni alla 24 ore ma con i colori di Audi.

”Stiamo gradualmente testando le performance della vettura per migliorare le cose – ha dichiarato Jani dopo i test – Ma la difficoltà per noi è che non abbiamo alcun riferimento cronometrico. Purtroppo, non testando nei tracciati dove si corre il weekend, non abbiamo alcun riferimento. Anche a Valencia non c’è una rappresentazione precisa perché il tracciato è molto diverso da quelli del campionato. Probabilmente, fino a Ad Diriyah, non avremo una piena comprensione: questo rende la cosa molto emozionante”.

L’emozione in casa Porsche è dunque alle stelle. La casa tedesca ha sempre primeggiato in qualsiasi competizione abbia mai preso parte e c’è da scommettere che anche in Formula E non faranno la parte dei comprimari. La concorrenza è piuttosto agguerrita e non sarà facile, ma le risorse per crescere in fretta ci sono tutte. Vi diamo appuntamento a domani per andare alla scoperta di un altro team.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: