Il primo round sul tracciato cittadino di Roma è stato vinto da Vergne, davanti a Bird, secondo al traguardo e ad Evans, sul terzo gradino del podio.

EPrix scoppiettante a Roma con uno scontro nelle prime tornate che ha aperto la strada alla prima vittoria stagionale di Jean-Éric Vergne. La gara è iniziata sotto regime di SC a causa di una pioggia che ha bagnato il tracciato nei minuti precedenti lo spegnimento delle luci verdi. Stoffel Vandoorne, partito dalla pole position, è stato colpito da Lotterer che, nel tentativo di superare il belga, ha scaraventato la Mercedes nella via di fuga. Penalità di cinque secondi e due punti sulla licenza per il pilota della Porsche.

Rowland, penalizzato per un uso erroneo della potenza, ha dato successivamente il via libera a Lucas Di Grassi. L’ex campione di Formula E ha gestito bene il momento dell’Attack Mode. Il pilota brasiliano dell’Audi ha sfidato in un testa a testa Vergne. Il due volte campione della categoria elettrica ha rotto gli indugi per primo, provando a sorprendere Di Grassi e sfruttando in anticipo gli extra boost dei due Attack Mode. Alle loro spalle, Sam Bird e De Vries hanno dato spettacolo con un ritmo indiavolato per tutta la corsa.

Di Grassi per un surriscaldamento a cinque minuti dalla fine dell’ePrix, si è spostato sulla sinistra, determinando una collisione tra le Mercedes di De Vries e Vandoorne. Punti persi per la Mercedes e per De Vries, che vede scappare Bird in prima posizione in classifica.

Alla fine l’ha spuntata così Vergne che ha vinto l’ePrix sotto regime di Safety Car. L’esperienza del pilota francese si è vista in una gara molto concitata. Pilota del giorno Sam Bird che sulla Jaguar sembra aver trovato l’ambiente ideale per lottare per il mondiale fino alla fine. Appuntamento a domani alle ore 13 per Gara 2.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: