Allo studio nuove norme per rendere più spettacolari le gare quando verrà rivisto il regolamento attuale.

In questi giorni si sta discutendo di cambiare alcune regole per rendere la Formula 1  più avvincente e meno prevedibile, dando a più piloti l’opportunità di vincere una gara o lottare per il Mondiale, tenendo conto che a fine 2020 scadrà l’attuale Patto della Concordia.

Il presidente della Fia Jean Todt ha già argomentato alcune novità da portare sul tavolo delle trattative a Tv Globo, spiegando alcune proposte che vorrebbe introdurre per rendere questo sport più divertente e meno monotono. Una delle principali idee era quella di far tornare i rabbocchi di benzina in gara, che però non sono ben visti da tutti. Questo tenendo anche in considerazione che le auto attuali sono più pesanti rispetto a qualche decennio fa.

Uno dei suggerimenti che ha dato Todt è stato quello di dare meno aiuti ai piloti, permettendo loro di mettere in atto la loro bravura personale, ma anche di sbagliare e dunque di dare maggior verve alla gara singola. Facendo l’esempio dell’errore che probabilmente costò a Michael Schumacher il mondiale del ’98.

Todt Formula 1 Futuro

Todt ha poi aggiunto che bisognerebbe vietare i sistemi anti-stallo e la telemetria, soprattutto quando viene immediatamente analizzata dai team nelle loro sedi.

“Vogliamo che le gare siano meno prevedibili, e per questo, dobbiamo eliminare la telemetria”, ha detto Todt che, oltre all’introduzione dei rifornimenti, ha anche preso in considerazione l’alleggerimento delle macchine, come proposto da Lewis Hamilton.

Lo stesso cinque volte campione del mondo ha commentato a proposito: “A parte il fatto di avere un’auto più leggera, non credo che molti di questi suggerimenti possano cambiare sostanzialmente le cose. Le auto non hanno bisogno di pesare 730 chili. Semplicemente non hanno bisogno di essere così pesanti. Con una macchina più leggera, potremmo combattere più duramente”.

Ma alla fine è facile pensare che, probabilmente, chi lavora meglio sarà il più forte e dominerà il mondiale, com’è stato finora. Anche se togliere alcuni supporti tecnologici ai piloti può rendere sicuramente le gare più avvincenti, così avere una serie di campioni a battagliare tra di loro.

Di Marina Beccuti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: