Le interviste Ferrari dopo le qualifiche in Francia a Le Castellet, continua il weekend difficile per la Rossa in terra transalpina.

Mattia Binotto

“Sapevamo già che questo weekend sarebbe stato più difficile del solito per noi. Credo che rispetto alle nostre prestazioni al Gran Premio di Spagna abbiamo comunque fatto un piccolo passo avanti nella direzione giusta, che è quello che cercavamo.
Sebastian non si è trovato a suo agio con le gomme in Q3. Domani però sarà una gara impegnativa, inoltre qui i rettilinei sono lunghi, per cui ci saranno sicuramente delle opportunità”.

Charles Leclerc

“Fino a questo momento è stato un buon weekend perché mi sono sentito bene nella vettura a cominciare dalla prima sessione di prove libere. Nelle ultime settimane quello che mi ero ripromesso di fare era lavorare sulla mia capacità di gestire la vettura al variare delle condizioni dell’asfalto in qualifica, dal Q1 al Q3.
Sotto questo aspetto posso dire di essere soddisfatto della mia prestazione e di aver fatto un passo in avanti. D’altro canto non siamo ancora dove vorremmo essere a livello di performance assoluta e in rapporto con i nostri avversari. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, ma cercherò di azzeccare la partenza per dar fastidio a Lewis e Valtteri domani in gara”.

Sebastian Vettel 
“Non è andata in modo ideale, oggi. È stata una sessione strana, in quanto non ho avuto un feeling costante con la monoposto e non ho pertanto potuto estrarre il massimo del potenziale. In sostanza dunque non posso dirmi soddisfatto.
Nell’ultimo giro non riuscivo proprio a sentire la stessa vettura che avevo avuto in altri momenti della qualifica ed è per questo che non ci siamo qualificati dove avremmo dovuto essere. La nostra macchina è migliore di dove ci siamo classificati.
D’altra parte, non vedo l’ora che arrivi domani. Sarà difficile gestire le gomme, ma in gara solitamente le cose si sistemano, quindi è tutto molto più semplice e regolare. Vediamo cosa ci porterà la domenica”.