“Per colpa di Vettel non abbiamo raggiunto il podio. Eravamo chiaramente più veloci”

La Red Bull in questo week end ha lasciato un po’ tutti stupiti. Non era evidente il passo gara nelle simulazioni del venerdì e questo deve aver spiazzato i team di testa, nella fatti specie la Ferrari.

Questa manifestazione di superiorità però è stata interrotta dal tamponamento di Vettel ai danni di Verstappen che quindi non ha permesso alla casa Austriaca di piazzarsi sul podio a vantaggio di Leclerc.

L’episodio di Vettel e Verstappen è stato duramente punito (in modo giusto) dai commissari con 10 secondi di penalità e due punti sulla Superlicenza del pilota del Cavallino.

Ma a punire il comportamento del porta colori Ferrari è stato il suo vecchio “mentore”.

Helmut Marko non è sembrato per nulla felice della manovra di Vettel

Sembra che abbia sopravvalutato se stesso, frenando troppo tardi e togliendoci così il podio“.

Le parole a caldo del consulente Red Bull che riteneva giusto un piazzamento della sua scuderia sul podio, seconda o terza piazza se ci fosse stata l’occasione di approfittare del pit-stop di Bottas.

“Eravamo chiaramente più veloci delle Ferrari in gara. Penso che la Mercedes fosse troppo veloce, ma non abbiamo mai avuto un giro libero per testarlo. Lewis era molto veloce, ma la seconda o terza posizione avrebbero potuto essere facili“.