Dopo la conclusione delle qualifiche di ieri, che hanno visto primeggiare le due Mercedes di Hamilton e Bottas, non sono mancate le polemiche contro la Pirelli, nel quale si afferma che essa avrebbe favorito la Mercedes, dopo che nei test e nelle precedenti gare si era trovata in difficoltà. Ne è convinto anche Sebastian Vettel.

Le qualifiche spagnole non solo interrompono la striscia positiva di 3 pole position di fila in stagione di Sebastian Vettel, ma hanno fatto nascere una grande polemica contro Pirelli, rea, secondo il pensiero comune, di aver favorito il ritorno prepotente in prima fila delle due Mercedes. Questo perchè solamente i piloti della stella a tre punte sono riusciti a fare il tempo in Q3 con la gomma Supersoft, riuscendo ad utilizzarla al meglio. Ferrari e Red Bull,invece,hanno patito in modo evidente il problema di portare in temperatura questi nuovi pneumatici con il battistrada ridotto di 0,4 mm, sopratutto Vettel che ha lamentato, nel corso dell’ultima manche di qualifica, di non avere più quel feeling che fino a qualche settimana fa era ottimo con le gomme più morbide.

Le parole di Vettel

Sebastian Vettel, ai microfoni di Sky sport F1, al termine delle qualifiche catalane ha parlato della sua qualifica e del motivo per cui ha scelto di usare la gomma Soft alla fine del Q3 per il suo ultimo tentativo:”Credo ci sia stata un po’ di confusione specialmente nel Q1, dove abbiamo fatto un paio di giri molto buoni con le Supersoft e stavamo andando sempre più veloci.Nel Q2 sono andato sulle Soft e credevo sarebbe stato più difficile fare il tempo e scaldare le gomme ma così non è stato”.

Parlando del momento cruciale, cioè il Q3 e del motivo per cui ha scelto di usare la gomma Soft alla fine del Q3 per il suo ultimo tentativo, i tedesco ha affermato:” In Q3, invece, i lprimo giro non è andato come volevo e l’ho sbagliato, volevo riprovarci e abbiamo avuto la possibilità di cambiare le gomme e penso si stata la decisione giusta. La macchina andava più forte e alla fine del giro non mi mancava tanto per fare la pole. Alla fine è sempre una sorpresa, bisogna fare in modo che tutto funzioni e credo che domani (oggi) dovrebbe essere una sfida capire quale gomma funzioni meglio visto che dal punto di vista del passo saremo vicini ma sarà una sfida”.

Commentando la prima fila tutta targata Mercedes, Vettel non le ha mandate a dire, affermando come le gomme portate dalla Pirelli questo weekend abbia favorito le frecce d’argento:“Credo ce lo aspettassimo, loro sono sempre stati molto forti, lo abbiamo visto sopratutto ieri e nei test. Credo che il cambiamento delle gomme li abbia un pò aiutati, quanto non lo sapremo mai perchè la situazione è la stessa per tutti. In qualche modo questo cambiamento è stato positivo per loro. In ogni caso domani abbiamo una buona opportunità e sarà una gara divertente” ha concluso il tedesco.

La replica di Toto Wolff

Non è mancata la replica di Toto Wolf, team principal del team Mercedes, nel quale afferma, con un termine colorito, le polemiche contro Pirelli e contro la squadra da lui diretta:”Una ca…ta. Tutte le squadre hanno accusato problemi molto grandi nei test pre-campionato qui Barcellona. Red Bull, Ferrari, noi stessi, la McLaren l’ho vista personalmente. Le gomme non sarebbero durate in gara, considerando che quando eravamo qui a fine febbraio ed inizio marzo le temperature erano polari” aggiungendo poi:”È per questo motivo che Pirelli ha cambiato lo spessore del pneumatico, per prevenire i problemi di blister, ed ha risolto al meglio il problema visto che oggi non ci sono stati imprevisti”.

Nel paddock gira voce che il team con più problemi con il blistering durante i test fosse proprio Mercedes e che la scelta di utilizzare gomme con un battistrada ridotto sia stata fatta solo per favorire qualcuno che fino al gp precedente soffriva particolarmente problemi di “overheating”, sopratutto con le gomme posteriori: Wolf afferma, però, che Mercedes ha solo lavorato duramente per risolvere il problema e che le temperature presenti ieri li ha aiutati un pò:”Non ho idea da dove provenga questa voce secondo la quale avremmo influenzato Pirelli e la FIA per cambiare gli pneumatici, ha concluso Wolff ,quando in passato non abbiamo avuto la performance desiderata ci siamo concentrati sul lavoro da fare sulla monoposto, ed è quello che abbiamo fatto”.

“Poi ci sono anche venute incontro le temperature, visto che la temperatura della pista è stata più fredda del previsto, ma in generale su questo tracciato siamo sempre stati competitivi, come hanno confermato i riscontri dei test invernali”.

Questa polemica su presunti favoritismi o meno sarà destinata a durare ancora per molto….ma oggi c’è una gara tutta da gustare e il pensiero, per oggi, va solo nei 66 giri di questo quinto appuntamento del mondiale.

Di Giuly Bellani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: