Ferrari che ha dominato per lungo e in largo il week end Canadese e, nonostante sia arrivata prima al traguardo si vede in seconda (e terza piazza) per una decisione che entrerà nella storia di questo sport.

Credo che quella che abbiamo visto quest’ultima domenica sia stata la più bella gara di F1 dopo anni di buio. Giri da qualifica a ripetizione, purtroppo però al 48° giro arriva il momento clou.

  • Vettel nell’entrata di curva tre perde il posteriore e finisce nell’erba.
  • Hamilton vede lo spazio.
  • Vettel in contro sterzo rientra in pista non consapevole di dove sia il britannico.
  • Il resto è storia.

Premetto che se ne sono dette di parole grosse su entrambi i piloti su questa situazione nelle ultime 24 ore.

Vettel a mio modesto parere non andava penalizzato perché la gara da quel momento è stata completamente uccisa.

Però mi sento di assolvere anche Lewis. Ho letto molti commenti dove è stato detto che lo stesso Hamilton abbia fatto apposta ad incalzare Vettel in quel punto conscio che il tedesco lo avrebbe stretto e così facendo avrebbe potuto richiedere la penalità. FANTASCIENZA!

Ho avuto modo di seguire la diatriba su Sky e anche qui c’è stato un grande errore. Si è voluto paragonare questa scelta al calcio dicendo che è come un rigore allo scadere che c’è e non c’è e viene dato.

Poi si và a pescare una situzione di Hamilton nel 2016 con Ricciardo a Montecarlo in un contesto (gomme e pioggia) molto diverso.

Vorrei che la situazione venisse analizzata in modo completo e nel modo più sportivo possibile anche perché nel lontano 2008 fu la stessa Ferrari a giovare di una penalità di 25” contro lo stesso Hamilton.

La decisione resta il fatto che è stata sbagliata ma non possiamo affondare in un mare di insulti un pilota del calibro di Hamilton solo perché guida la macchina della concorrenza.

Ahime purtroppo, dovremmo colpevolizzare un po’ anche Vettel che puntualmente appena sente il fiato sul collo del britannico perde lucidità e commette errori molto costosi.

La Ferrari quest’oggi ha presentato il ricorso è spero vivamente che venga convalidato e si possa ri-stabilire il corretto ordine di arrivo.

Resta il fatto che mi piacerebbe molto sapere come mai un personaggio come Pirro sia riuscito a cadere in un errore così evidente…anche nel calcio (tornando al discorso di sky) esiste il fallo di mano ma esiste anche la volontarietà